Poliambulatorio in via Barletta ad Andria, i pensionati della CGIL contrari: “chiediamo incontro con il Sindaco” – VIDEO

Pubblichiamo una nota a firma dei tre segretari generali di Cgil, Spi e Fp Bat, Deleonardis, Pelagio e Marzano sulla decisione presa in consiglio comunale ad Andria rispetto all’ubicazione di un poliambulatorio della Asl in via Barletta.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La Cgil Bat, lo Spi e la Fp apprendono dagli organi di informazione delle deliberazioni del Consiglio Comunale di Andria che riguardano la localizzazione del nuovo ospedale, la variante per la costruzione della nuova Caserma per la Compagnia dei Carabinieri e “la variazione di destinazione d’uso di un capannone per farne sede del poliambulatorio dell’Asl Bat”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Non vorremmo essere annoverati tra coloro i quali sono restii al cambiamento ed ammodernamento della città, ma se complessivamente esprimiamo il nostro apprezzamento per il deliberato rispetto la costruzione del nuovo ospedale e della caserma dei carabinieri, non possiamo fare altrettanto per “la variante di destinazione d’uso di un capannone per farne sede del poliambulatorio dell’Asl” ed eventualmente del CUP.

A tal proposito, pur rispettando il deliberato della maggioranza del Consiglio Comunale andriese, non possiamo che manifestare preoccupazione rispetto alla delocalizzazione del poliambulatorio, unitamente ad alcuni uffici e servizi sanitari ora situati in ospedale, in una zona periferica ed ancor più se da ristrutturare e pagarne il fitto a privati cittadini.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Non concordiamo anche, in quanto riteniamo notevole la distanza dalla città che sarà causa di problemi soprattutto a quella parte di famiglie con bimbi piccoli, di cittadini anziani, pensionati e disabili che si vedranno costretti a raggiungere la sede esclusivamente con mezzi privati e pubblici con relativo aggravio di costi e sicurezza nonché per i soggetti in stato di indigenza. Le nostre preoccupazioni, più volte manifestate pubblicamente rispetto al tema delle liste di attesa e potenziamento della sanità territoriale, allo stato attuale sono parte di un tavolo tecnico aziendale tra Asl Bat e sindacati per ricercare risposte adeguate ai cittadini sul territorio per la risoluzione dei problemi già noti al Direttore generale, Ottavio Narracci.

Sarebbe opportuno in quest’ultima ipotesi, relativamente alla decisione del Consiglio Comunale che il Sindaco della Città di Andria, Nicola Giorgino, ascolti i cittadini e le forze sociali del territorio, confrontandosi e convocando un apposito incontro sulla deliberazione adottata e che continua a preoccupare i cittadini, soprattutto i più deboli.”

Qui sotto linkiamo il video di un’intervista pubblicata da Amica9tv: