“Pomarico Sindaco di Andria? Sicuramente meglio degli altri”

Un candidato sindaco unico per le due città di Andria e di Trani chiamate al voto nel 2020. Un solo Sindaco per un’asse straordinariamente interessante che unisce la Cattedrale di Trani a Castel del Monte, passando per la città Federiciana:

Savino Montaruli, l’attivista sociale presidente dell’Associazione di Volontariato “Io Ci Sono!” di Andria già nelle elezioni del 2015, ad Andria, solleticò il Cavalier Giovanni Pomarico, Patron del Gruppo Megamark, a candidarsi alla carica di Sindaco della città federiciana. Il Cavaliere rispose con estrema cortesia al presidente Montaruli declinando l’invito. “Le cose” – sostengono dall’associazione – “poi andarono male con le conseguenze che tutti gli andriesi hanno poi vissuto sulla propria pelle. Oggi è di nuovo Montaruli a “provocare” il Supercavaliere incitandolo non solo a candidarsi a Sindaco di Andria ma anche, contemporaneamente, della città di Trani, se ciò si potesse fare. L’analisi di Montaruli è lucida e razionale. Infatti sarebbe davvero meraviglioso pensare a qualcosa di così stravolgente e di innovativo. In fondo, per quello che la politica ha dimostrato per le due città cocapoluogo della Bat, un solo sindaco per due città è qualcosa di assolutamente fattibile, visto il limitato impegno profuso dalla politica fino ad oggi e gli scarsi risultati”. Peraltro, come pure Montaruli afferma:

“chi meglio di Giovanni Pomarico conosce le realtà delle due città? Un andriese che vive e lavora a Trani è il miglior sindaco che si possa pensare, anche perché il panorama politico che è di fronte a noi non sembra possa prospettare qualcuno di meglio e di più impegnato nell’economia, nella finanza, nel mondo del lavoro, nel sociale e nell’elargire generosamente fondi ai due comuni che senza l’aiuto del Cavaliere davvero non avrebbero proprio un bel nulla di cui vantarsi né di cui andare fieri. L’ennesima sfida del Montaruli è lanciata. Sarà accolta questa volta? Di sicuro il Cavaliere avrà da scegliere. Sceglierà la bella Trani con il suo straordinario scenario marinaro ma tanto sottostimata e depotenziata o la pedemurgiana Andria ridotta ad uno straccio e tanto bisognosa di risollevare le sue sorti future? Staremo a vedere” concludono dall’Associazione “Io Ci Sono!” di Andria.