“Prima le Idee”: oltre cento giovani ad Andria durante i nove convegni sul futuro del centrodestra

prima-le-idee-2016Oltre cento giovani accreditati, nove convegni, tre interviste e numerosi tavoli tematici: questa è stata in pillole la terza edizione di “Prima le Idee”. L’obiettivo era discutere e confrontarsi alla ricerca di una piattaforma ideale e programmatica per un’area politica alla ricerca di volti e stimoli nuovi.

Crediamo che l’intento sia stato raggiunto: Andria è stata per tre giorni il laboratorio nazionale di analisi, cultura, esteri ed economia mettendo attorno ad un tavolo chi ritiene che valga ancora la pena lottare e vivere per rendere migliore la nostra Patria” fanno sapere dall’organizzazione di Prima le Idee. 

“Sovranità, narrazione digitale e consenso liquido, Eurabia o Eurasia, Brexit e referendum istituzionale tra i temi in agenda con protagonisti giornalisti, scrittori, economisti, intellettuali e politici. Riscrivere i contorni della politica superando le classiche dicotomie destra contro sinistra, occidente contro oriente, presunti buoni contro presunti cattivi, per offrire, specie alle nuove generazioni, una immagine della politica meno astrusa e più coinvolgente.

Ringraziamo chi ha creduto nella buona riuscita della manifestazione nonostante resistenze e ritrosie ed in quanti l’hanno seguita sia per lavoro – come giornalisti e addetti ai lavori – che per passione – come giovani, appassionati e militanti.

Un grazie a Giorgia Meloni, Stefano Parisi e Matteo Salvini ed a tutti i nostri ospiti venuti da ogni parte d’Italia.

Un ultimo ringraziamento, infine, a Nicola Giorgino che ha dimostrato ancora una volta come sia possibile approcciarsi alla politica in modo costruttivo e non distruttivo.

Grazie a tutti ed un arrivederci alla prossima edizione” – concludono gli organizzatori.