Provincia BAT: approvati i lavori di recupero e risanamento conservativo al Liceo “Cafiero” di Barletta e al “Cosmai” di Bisceglie

cafiero-barlettaAncora buone notizie per il patrimonio scolastico della Provincia di Barletta – Andria – Trani. Dopo l’Ipsia “Cosmai” di Bisceglie, anche per il Liceo Scientifico “Carlo Cafiero” di Barletta è stato approvato il progetto esecutivo per i lavori di recupero e risanamento conservativo. L’intervento è stato finanziato con mutuo contratto presso la Cassa Depositi e Prestiti per un importo complessivo di 750mila euro. Il bando di gara era stato indetto nel settembre del 2014, mentre nello scorso mese di gennaio la Provincia aveva aggiudicato i lavori ed a maggio è stato stipulato il contratto. Come per il “Cosmai” di Bisceglie, anche per il “Cafiero” di Barletta si attende dunque che l’ufficio di Direzione Lavori completi la S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) da consegnare al Comune di Barletta ed a quel punto si potrà procedere con la consegna formale del cantiere, prevista per le prossime settimane.

«E’ soprattutto grazie al lavoro svolto dalle passate Amministrazioni provinciali che si è quasi concluso l’iter che porterà all’inizio dei lavori al Liceo “Cafiero” di Barletta – ha dichiarato il Presidente della Provincia Nicola Giorgino –. Con la prima Amministrazione Ventola, infatti, inserimmo nel Piano delle Opere Pubbliche questo intervento e ne bandimmo la gara per l’affidamento dei lavori; nel gennaio di quest’anno, con il Presidente Spina, si ebbe invece l’aggiudicazione dei lavori, mentre con la reggenza di Giuseppe Corrado è stato sottoscritto il contratto. Adesso abbiamo approvato il progetto esecutivo e nominato l’ufficio di Direzione Lavori e nelle prossime settimane consegneremo il cantiere. Si tratta di un ulteriore intervento che riqualifica il nostro patrimonio scolastico, l’ennesimo in favore del Liceo “Cafiero” di Barletta, tra i più frequentati dell’intero territorio: sempre nel 2014, infatti, consegnammo a questo istituto cinque aule, nuovi servizi igienici ed un laboratorio e ripristinammo l’auditorium; il tutto sempre per un importo pari a 750mila euro, anche in quel caso contraendo un mutuo».

In questo caso il progetto prevede invece l’ampliamento del numero degli ambienti per la didattica, la realizzazione di un campo di calcetto nell’area esterna, la protezione delle coperture dalle infiltrazioni d’acqua e la riqualificazione di alcuni spazi interni (spogliati a servizio della palestra), attualmente in precario stato di conservazione e dunque inutilizzati. Saranno inoltre sostituiti recinzioni e cancelli di ingresso in corrispondenza dell’accesso principale su Via Dante Alighieri, così come gli infissi ed i serramenti interni ed esterni che risultano ammalorati. Previste infine la manutenzione delle recinzioni perimetrali dell’istituto e l’installazione di sedute di platea dell’auditorium.

Ufficio Stampa – Provincia Bat
Enrico Aiello