Puglia: non è una “pantera”. Individuato esemplare di serval con cuccioli nel barese

Un esemplare di serval nero – foto di repertorio

È una femmina, ha i cuccioli e attualmente è stata individuata a nord di Bari. Quella che sarebbe stata classificata coma la “pantera nera” che si aggira per le campagne della Puglia, molto probabilmente è un esemplare di una specie selvatica di felino alloctono più piccola di un leopardo e sostanzialmente innocua per l’uomo:

Un esemplare di serval nero – foto di repertorio

Stando alle prime informaizoni raccolte nelle ultime ore, infatti, gli esperti avrebbero constatato la presenza di un serval (Leptailurus serval), un felino selvatico africano. Apparentemente simile ad un gatto, ma di dimensioni maggiori, è l’unico rappresentante del genere Leptailurus e può raggiungere un peso di 18 kg. Non si sa come possa essere arrivato in Italia, forse qualcuno venuto dall’Africa che lo ha portato di nascosto visto che l’animale è tra le specie protette. E’ la stessa specie che taluni utilizzano per creare degli ibridi con il gatto domestico, che portano il nome di savannah e che ultimamente sono protagonisti anche di svariati account sui social per via del loro fascino. Sarebbe opportuno evitare di acquistare queste razze, preferendo l’adozione di comuni gatti randagi. Anche se il caso non è ancora chiuso, l’impressione è che la diffusione di questi felini selvatici sia proprio dipesa dalla richiesta di alcuni di acquistare specie esotiche od incroci. Secondo quanto riferito da coloro che hanno avvistato l’animale, il felino avrebbe con se una prole. E’ quindi tutto da verificare come questo animale possa essere riuscito a riprodursi. Il serval, anche se apparentemente potrebbe apparire con un aspetto aggressivo anche per le sue dimensioni simili ad un cane di grande taglia, non è pericoloso per gli uomini. Si nutre principalmente di piccoli animali e uccelli. L’obbiettivo delle Guardie Forestali e Carabinieri è quello di catturarlo con i suoi cuccioli e di metterlo in un luogo protetto. Resta comunque il dubbio che in Puglia possa veramente aggirarsi un vero leopardo dal colore scuro, elemento che non sarebbe del tutto escluso. A tal proposito, riportiamo qui sotto il link ad un video diffuso su YouTube:

 

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.