Puglia, una buona notizia: dopo le proteste abrogato ufficialmente il Trattamento di fine Mandato. Montaruli: “abbiamo vinto una battaglia di civiltà” – video

Nella foto: Savino Montaruli e Donato Cippone nel corso della manifestazione pubblica svoltasi stamane nei pressi della sede del Consiglio Regionale

La notizia dell’approvazione dell’emendamento – incredibilmente effettuato nel mese di agosto in un Consiglio Regionale che registrava la sua approvazione da parte della maggioranza di esso nonostante la mancanza del Presidente Michele Emiliano – aveva scatenato polemiche ed indignazione, soprattutto da parte dei semplici cittadini che non hanno visto di buon occhio la reintroduzione del tanto discusso trattamento di fine mandato, che avrebbe consentito ai consiglieri regionali di ricevere migliaia di euro (come se gli stipendi già non bastassero) a fine legislatura. L’emendamento aveva fatto ulteriormente discutere a causa delle sue caratteristiche:

gli attivisti contrari all’emendamento del TFM, protestano fuori dal Palazzo della Regione Puglia

Come molti lettori attenti ricorderanno, infatti, l’emendamento del TFM approvato ad agosto 2021 prevedeva una formula retroattiva che avrebbe consentito il rimborso anche dei TFM risalenti al 2013, anno successivo dell’abrogazione avviata dall’allora giunta Vendola a seguito della raccolta firme “Zero Privilegi Puglia“. Dopo la notizia della reintroduzione della misura, oltre all’indignazione popolare, alcuni cittadini si sono attivati per chiedere l’abgrogazione del recente emendamento. A parte alcuni attivisti ed esponenti locali del M5S – che, attraverso un comunicato congiunto diffuso nelle scorse settimane, si sono appellati direttamente al Presidente Giuseppe Conte – il sindacalista andriese Savino Montaruli e l’attivista barese Donato Cippone (già noti per altre battaglie autonome a tutela dei diritti civili) hanno promosso una campagna indipendente finalizzata a sostenere la causa. Dopo la replica di Conte – che annunciava l’abrogazione della misura – si è passati finalmente ai fatti:

la consigliera regionale Antonella Laricchia (M5S)

Stamane, nel corso della riunione in Consiglio regionale, mentre Montaruli e Cippone protestavano fuori dal palazzo, i consiglieri regionali hanno votato l’abrogazione dell’emendamento, proposta dalla consigliera Antonella Laricchia. Lo rende noto la stessa consigliera regionale: “La volontà di abrogare il TFM è un’ottima notizia, spero che agli annunci seguano finalmente i fatti e che i vecchi politici non cambino nuovamente idea. Solo 4 giorni fa infatti tutta la politica regionale (destra, sinistra e parte del M5S) ha votato in Commissione contro l’abrogazione. Ringrazio tutti i cittadini e la società civile che sta costringendo i partiti a invertire la rotta. È un provvedimento vergognoso e il popolo sta riuscendo a cancellarlo, perché quando non rimane silente e rassegnato di fatto si dimostra imbattibile. Senza questa attenzione e mobilitazione mediatica i partiti non avrebbero provato vergogna e non avremmo risparmiato questi soldi” – ha sottolineato la consigliera del M5S. In un video diffuso sul web, Montaruli ha ringraziato tutti coloro che hanno sostenuto la causa, ribadendo l’importanza dell’unione tra i liberi cittadini per le battaglie democratiche di interesse pubblico. L’esito positivo di questo lungo e difficile percorso di civiltà dimostra come sia possibile portare avanti una giusta causa anche senza il sostegno di un partito politico, facendo genuina opposizione anche fuori dai palazzi, avvalendosi semplicemente degli strumenti da sempre a disposizione nel nostro sistema democratico. Parliamo di migliaia e migliaia di euro – in realtà quantificabili in milioni di euro complessivi – che potranno essere spesi diversamente. Ci auguriamo, a favore della collettività. Un esempio – come ci aveva suggerito il nostro concittadino Nicola Montepulciano, potrebbe essere quello di investire sulla manutenzione delle tubazioni della rete idrica pugliese, in uno stato piuttosto critico. Una battaglia che quindi, gioverà anche le generazioni future. Grazie alla Laricchia, grazie Savino, grazie Donato. Grazie a tutti i cittadini liberi. I link ai video diffusi online (il primo filmato riguarda la protesta avvenuta stamane, il secondo riguarda invece il resoconto di Montaruli):

https://www.facebook.com/savino.montaruli/videos/555741425632540/

Riguardo il blog di VideoAndria.com, ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all’indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.