Pugliapromozione, Marmo: “bandi per personale, il centrosinistra ci sorprende sempre”

“Non ci siamo ancora abituati alle assunzioni firmate dal centrosinistra e, leggendo i criteri nei bandi, ci torna in mente il gioco di società “Indovina chi?”, in cui si doveva rintracciare l’identikit della persona in base ad alcuni requisiti specifici. Perché la stranezza dei criteri è tale da far sorgere il legittimo sospetto che si stia pensando, nella redazione dell’avviso pubblico, a qualcuno in particolare. Ed oggi tocca a Pugliapromozione, che aveva in mente un dipendente esperto ma non troppo, titolato ma non troppo, ecc…”. Così il presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Nino Marmo, che ha depositato un’interrogazione consiliare a riguardo.

“L’agenzia regionale –aggiunge– ha indetto un avviso pubblico per la selezione di 25 unità professionali per 24 mesi, tra contabili, amministrativi e tecnici con comprovata esperienza di almeno sei mesi nell’ambito dell’attività in questione. Sei mesi… prima domanda: sono sufficienti per acquisire professionalità e nozioni da mettere a servizio? Chissà, andiamo avanti. Perché ora arriva il ‘ballo’ dei criteri. Hai lavorato per un privato? Un punto per ogni anno di servizio, ma se lo hai svolto anche solo quattro mesi presso una pubblica amministrazione allora sei ‘espertissimo’ e i punti salgono a 2! Le stranezze continuano e qui ne abbiamo riportare solo alcune a titolo esemplificativo e non esaustivo. Con l’interrogazione –conclude Marmo- bussiamo alla porta della Giunta Emiliano per chiedere quella trasparenza necessaria e che, purtroppo, fatichiamo ancora a rilevare”.