Questa notte torna l’ora legale: spostare le lancette un’ora in avanti

Questa notte alle ore due, tra sabato 24 e domenica 25 marzo, torna l’ora legale, le lancette dell’orologio saranno spostate un’ora in avanti. Un’ora di sonno in meno, ma in compenso un’ora di luce in più la sera. Ci sarà un risparmio di energia e minori emissioni di Co2 nell’atmosfera. L’ora legale durerà fino alla notte tra sabato 27 e domenica 28 ottobre 2018, quando si ripristinerà l’ora solare.

In Italia  l’ora legale venne introdotta per la prima volta nel 1916. L’Unione Europea (nel 2001) ha stabilito che in ciascuno Stato membro, il periodo dell’ora legale ha inizio alle ore 1.00 del mattino, ora universale, dell’ultima domenica di marzo e termina alle ore 1.00 del mattino, ora universale, dell’ultima domenica di ottobre. In Italia significa regolare l’orologio alle 2 del mattino e portarlo a segnare le 3. 

Secondo alcuni  studi cambiare l’ora solare con quella legale comporta un aumento nei rischi di attacchi cardiaci e della mortalità in generale, però non ci sono certificazioni scientifiche che effettivamente lo dimostrano. Si possono al massimo riscontrare sintomi di stanchezza, sentirsi più stressati ed irritabili del solito ma niente di preoccupante, è  semplicemente l’orologio biologico che si sta abituando al nuovo orario.