Rapina al “Mercatone Uno” di Terlizzi, testimoni: “minacciati con i fucili”

Terlizzi: cinque banditi hanno assaltato nella serata di ieri la cassaforte della gioielleria al Mercatone Uno. Stando ad una prima ricostruzione, la banda di rapinatori, armata, si è introdotta all’interno della struttura commerciale presso la strada provinciale 231, intervenendo all’interno di “È Oro“.

Giunti sull’esercizio commerciale specializzato in gioielli, i malviventi, tutti con il volto travisato per non farsi riconoscere, hanno intimato ai commessi di farsi consegnare la cassa. Mentre alcuni di essi minacciavano i presenti con dei fucili per tenerli d’occhio, altri hanno prelevato tutto ciò che poteva essere preso: anelli, collane, bracciali, orecchini.

In base a quanto riportato da alcune fonti, i testimoni avrebbero raccontato di aver temuto per la propria: i malviventi hanno infatti esploso alcuni colpi d’arma da fuoco per intimorire i presenti. La banda armata si è poi diretta al parcheggio, da dove, attraverso un veicolo, è fuggita lontano dal centro commerciale. La rapina è durata una manciata di minuti che però hanno provocato forti attimi di tensione tra i presenti.

Dopo l’attivazione dell’allarme, sono giunti sul posto i militari dei Carabinieri della Tenenza di Terlizzi. Invano il tentativo di inseguire i criminali, che nel frattempo erano già fuggiti facendo perdere le proprie tracce. Le forze dell’ordine hanno dunque analizzato nei dettagli la vicenda, raccogliendo anche alcune testimonianze per ricostruire l’accaduto.

Attraverso l’analisi degli impianti di videosorveglianza, sembra che i militari siano già riusciti ad individuare alcuni dettagli importanti: la banda armata sarebbe infatti fuggita a bordo di un’automobile di colore scuro con una targa non italiana.  Si è trattato dell’ultimo episodio di una serie di rapine avvenute negli anni ai danni delle attività presenti nello storico centro commerciale di Terlizzi: nel 2009 avvenne un fatto analogo e i rapinatori, quattro dal volto travisato, riuscirono a rubare un bottino del valore  di circa 200.000 euro.

Nelle ore successive alla rapina, molte sono state le richieste di conferma su quanto accaduto a Terlizzi (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui). Auspichiamo che le indagini delle forze dell’ordine possano individuare i responsabili del vile gesto.