“…mi hanno fatto inca..are, lo Stato sapeva tutto…” – video

“…mi hanno fatto inca..are perché io a maggio del 2003 avanzavo in grado, a novembre del 2003 c’è stato l’attentato e loro mi hanno sospeso dal grado. E quindi questa cosa l’ho trovata un abominio. Poi ho avuto ragione perché nei giudizi è emerso che lo Stato italiano era perfettamente a conoscenza dei tempi e delle modalità con cui è avvenuto l’attentato. Loro sapevano che si trattava di un camion di fabbricazione russa…” – così il militare di origini andriesi Riccardo Saccotelli – sopravvissuto al tragico attentato terroristico avvenuto a Nāṣiriya (Iraq) il 12 novembre del 2003, quando a morire furono 28 persone – nel corso di un’intervista giornalistica cui link del filmato condividiamo qui sotto:

SOPRAVVISSUTO A NASSIRIYA, MA “ABBANDONATO DALLO STATO”. Parole shock.

Pubblicato da Ferdinando Avarino su Martedì 12 novembre 2019

Abbiamo voluto condividere il link del filmato volutamente due giorni dopo l’anniversario dell’attentato perché riteniamo che i caduti di questa tragedia debbano essere ricordati non solo il 12 novembre di ogni anno ma anche tutti gli altri giorni dell’anno, all’insegna di uno Stato basato sulla Giustizia e non soltanto sulle cerimonie commemorative. 

Ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile inviare segnalazioni, immagini per la pubblicazione, mentre, per seguire tutte le news in tempo reale, è possibile partecipare al gruppo Whatsapp della provincia di Barletta – Andria – Trani oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).