Rifiuti, andriese non ce la fa più: raccoglie da solo decine di bottiglie di vetro abbandonate – il VIDEO diffuso sul web

Sarà stato la serie di iniziative di sensibilizzazione sul web, sarà stato anche il senso di disagio e l’indignazione di chi in quell’area della città di Andria ci vive e ci lavora, fatto sta che un cittadino andriese, evidentemente indignato per quanto accaduto negli ultimi giorni, ha deciso di registrare un video mentre era intento a raccogliere le bottiglie di vetro abbandonate dagli incivili in uno spiazzale nei pressi del Palasport di Andria. Bottiglie che, una volta raccolte, sono state conferite poi nell’apposito contenitore per la raccolta differenziata del vetro.

La segnalazione è giunta in redazione attraverso Whatsapp (a tal  proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui).

Un’iniziativa che, salvo qualche eccezione promossa da alcune associazioni ambientaliste locali, sembra a dir poco rivoluzionaria per quanto concerne i singoli privati. Episodi simili sono stati registrati a Bari, ma ad Andria risulta particolarmente innovativa l’iniziativa da parte di un singolo cittadino.

Da tanto, troppo tempo ormai, non pochi cittadini hanno la cattiva abitudine di gettare tutti i tipi di rifiuti per strada, aumentando così l’indifferenziato che, qualora poi raccolto dagli addetti alla pulizia delle strade, diventerà quasi certamente rifiuto indifferenziato che andrà ad alimentare le discariche, sempre più rare e sempre più costose, facendo lievitare anche i costi per il comune e quindi, inevitabilmente, anche un aumento delle tasse. In base a questa circostanza, risulta quindi importantissimo che ogni singolo cittadino si impegni, sia per una questione economica dell’intera collettività che soprattutto per una questione ambientale, di decoro urbano e dell’immagine di una città che vorrebbe decollare in ambito turistico, gastronomico e culturale ma che troppo spesso è vittima della “cultura mancante di taluni“. Ben vengano quindi iniziative come queste, mirate a fare qualcosa di buono per il patrimonio pubblico ed al contempo a sensibilizzare l’intera cittadinanza. Il VIDEO: