Rifiuti in Puglia, incontro ad Andria: bene raccolta differenziata, ma ora servono gli impianti per abbattere i costi

“Stiamo lavorando per individuare percorsi per la creazione di impianti nella regione che possano consentire l’abbattimento dei costi per i comuni – fa sapere Gianfranco Grandaliano, Commissario Straordinario Agenzia Regionale per la gestione del Ciclo dei Rifiuti sul Biogas e sul Biometano in un incontro svoltosi ad Andria al quale ha preso parte anche il Prof. Massimo Monteleone dell’Università di Foggia.

L’incontro, svoltosi lo scorso 27 settembre presso l’Officina San Domenico in Via Sant’Angelo dei Meli, n.36 ha visto un dibattito con approfondimento sulla situazione dei rifiuti e sul Piano Regionale alla presenza di Francesco Tarantini (Presidente Legambiente Puglia).

La problematica è ormai nota: se da una parte vi è l’aspetto positivo della raccolta differenziata dei rifiuti, dall’altra vi è l’aspetto negativo della mancanza di sufficienti impianti per la trasformazione dei rifiuti in nuove risorse. I comuni sono quindi spesso costretti a trasportare i rifiuti lontano dal loro territorio con un inevitabile aumento dei costi che inevitabilmente va poi ad aggravarsi su quelli dell’intera comunità con l’eventuale aumento dei tributi per le singole famiglie.

Non pochi cittadini pugliesi risultano poi ancora ignoranti sull’argomento, preferendo di abbandonare i loro rifiuti per le strade o non facendo la differenziata, aumentando il conferimento nelle discariche piuttosto che negli impianti di riciclo, contribuendo all’aumento dei costi che i comuni devono coprire per lo smaltimento dell’indifferenziato. La soluzione definitiva resta quindi quella di creare impianti di riciclo e trasformazione direttamente nei territori pugliesi. Linkiamo qui sotto il video di un servizio televisivo diffuso sul canale YouTube di Amica9tv: