Rincari e disagi per le scuole di Andria, i genitori protesteranno in Piazza Catuma

La comunicazione al locale Commissariato di Pubblica Sicurezza è stata depositata, come prevede la norma, il giorno 19 ottobre 2018, dunque con congruo anticipo rispetto alla data della manifestazione di Piazza in programma dalle ore 15,30 alle ore 18,00 del giorno giovedì 25 ottobre 2018, nella Piazza più significativa della città di Andria, Piazza Catuma, già teatro di precedenti grandi manifestazioni di pubblico dissenso.

Ad intraprendere la coraggiosa iniziativa sono state alcune mamme di bambini andriesi sui quali si stanno riversando i disagi derivanti da problematiche relative alla distribuzione delle cedole per i testi scolastici; alla mancanza di fondi del comune di Andria (in condizione di pre-dissesto finanziario acclarato in consiglio comunale), che sta causando ripercussioni anche sul servizio di trasporto e di assistenza ai soggetti con diverse abilità o disabili che dir si voglia e, soprattutto, al servizio di mensa scolastica che è uno dei punti principali del dissenso popolare nei confronti dell’amministrazione comunale cittadina. Il post pubblico, diventato immediatamente virale e condiviso, recita:

“ORA TOCCA A NOI! ADESSO VEDIAMO IN QUANTI SAREMO!!!! DIAMO VOCE AI NOSTRI DIRITTI GIOVEDÌ 25 OTTOBRE ALLE 15.30. Hanno eliminato la mensa scolastica e anticipato l’orario di uscita dei bambini delle scuole materne e…..SILENZIO; hanno eliminato il servizio navetta e assistenza ai disabili e…..SILENZIO. Ad oggi i nostri figli non hanno ancora ricevuto i libri di testo, questa è privazione del diritto allo studio. Non restiamo ancora in silenzio, diamo voce ai nostri disagi. Scendiamo tutti in piazza: Mamme, bambini, maestre, cartolibrai…..tutti stiamo pagando x questo dissesto. Smettiamo di bisbigliare, uniamo le voci, mettiamo da parte i nostri impegni, niente é più importante che garantire lo studio ai nostri figli. Troviamoci tutti in piazza Catuma GIOVEDÌ 25 OTTOBRE 15.30 e gridiamo i nostri diritti. CONDIVIDETE CONDIVIDETE CONDIVIDETE! La presenza di tutti voi è importante!”