Sabato sera ad Andria, the day after: ancora rifiuti in Villa Comunale, poi ci lamentiamo dei topi – le FOTO di un cittadino indignato

Ci risiamo: dopo la movida del sabato sera, la splendita villa Comunale di Andria torna a essere bersaglio facile dei cittadini “zozzoni” che nelle ultime ore hanno trasformato il grande polmone verde della città federiciana in una discarica a cielo aperto.

Questo nonostante il monito dell’amministrazione comunale rivolto a tutti i cittadini di effettuare un corretto conferimento dei rifiuti, della promozione della raccolta differenziata porta a porta spinta, delle sanzioni nei confronti dei trasgressori e nonostante anche la presenza dei bidoni per la raccolta rifiuti messi a disposizione dalle attività all’aperto che in questo periodo estivo affiancano la villa comunale.

Nonostante tutto, la villa torna ad essere insultata, molestata da chi evidentemente non ha ancora compreso il valore del rispetto per l’ambiente in cui viviamo e quindi, inevitabilmente anche per la propria salute. Evidentemente tutto ciò non basta. Non basta per chi è abituato a sporcare. Ma non basta nemmeno per i cittadini “puliti” che giustamente chiedono più controlli. Del resto gli strumenti ci sono da tempo: sistemi di sorveglianza ed eventuali ronde.

Ci sarebbe da chiedersi se gli autori di questi semplici ma vergognosi gesti siano anche coloro che poi occasionalmente si lamentano della presenza di topi in città, li dove magari questi roditori trovano cibo facile proprio a causa di coloro che ancora nel 2017 gettano rifiuti per strada.

“Ecco come si presenta, la villa comunale, oggi, panchine scritte, vetri per terra, e sporcizia ovunque, terra di nessuno. Dove sono le telecamere?” – è il commento di un cittadino indignato ricevuto in queste ore dalla nostra redazione con tanto di scatti fotografici  (a tal  proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui). Le foto parlano da sole:

 

c’è di tutto, anche mozziconi di sigarette:

 

 

bottiglie di birra, vetro che potrebbe benissimo essere riciclato:

 

 

come se non bastasse, poi, c’è chi, non contento, imbratta anche le panche pubbliche:

Tutti reati che potrebbero benissimo vedere l’applicazione di sanzioni grazie all’ausilio di controlli e di analisi delle immagini di impianti di videosorveglianza.

Alcuni di questi rifiuti potrebbero benissimo essere differenziati, ma la presenza di rifiuti gettati uno sopra l’altro comporta quasi sempre l’aumento dell’indifferenziato, con il conseguenze aumento del conferimento in discarica e quindi anche l’aumento dei costi per l’amministrazione comunale che inevitabilmente finiscono poi per aggravare quelli delle tasse.

Insomma, gli andriesi (o coloro che ieri sera da fuori Andria sono venuti in villa) ancora non hanno ben compreso cosa è indispensabile per migliorare la nostra vita. Ringraziamo il cittadino che con evidente indignazione e determinazione ha deciso di segnalare questo schifo a cielo aperto, nella speranza che tutti i cittadini possano denunciare e segnalare, magari anche con foto e video, i “zozzoni” di turno.

Ricordiamo ancora una volta che  che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. Nella speranza che il nostro umile servizio online possa contribuire ad segnalare la problematica.