Sala piena al teatro Arco Piciocco per la commedia “u scazzamridd” interpretata dai volontari Anteas

I cuori dei volontari Anteas non potevano essere più che emozionati l’11 Dicembre 2016 al teatro Arco Piciocco al loro primo debutto con la commedia u scazzamridd” il cui copione, ricordiamo,  non esser depositato  ma frutto dei racconti di una tradizione orale che si tramandava di padri in figli.

Ilare, giocoso e disinvolto il clima sul palcoscenico dei neo attori che hanno dato vita a personaggi popolari frutto di un percorso teatrale svolto con l’associazione che sostiene e promuove la socializzazione sfruttando tutti i canali comunicativi: questa volta ha scelto il teatro, la commedia, la tradizione e il folklore. Non ci sarebbe aggregazione in associazione se non si riparte dalle proprie radici, dal territorio di appartenenza, da quello che i nostri antenati ci hanno lasciato.

Attorno a quella frascejr i volontari si sono messi in gioco e hanno ricreato il tempo in cui “si era felici con poco”, con dei racconti di uno spiritello dispettoso a cui si dovevano sogni e speranze rubandogli il suo cappello. La condivisione delle diverse esperienze è stato il filo conduttore della commedia, finchè u scazzamridd  , interpretato da Tondolo Vincenzo, non ha deciso di invadere la scena con la sua ironia e farsi vedere da tutti i presenti.

Ma dietro dei bravi allievi, c’è sempre una grande maestra, in questo caso, Mariella Colasuonno che ha concluso l’evento con la lettura di un brano in dialetto andriese, tratto dalla raccolta di Antonia Musaico Guglielmi.

La platea numerosa ha richiesto il bis, e i nostri volontari ANTEAS (Pomarico Enzo, Monterisi Tina, De Palma Pina, Notarpietro Mariagrazia, Tobio Martina, Mosca Agata, Pastore Chiara) supportati dal giovane presidente Michele Pietrafusa, non mancheranno nel mantenere la promessa.