Salviamo il Gurgo di Andria e la sua biodiversità: incontro pubblico il 31 marzo

Si torna a parlare del Gurgo di Andria e della sua preservazione. La nota dolina carsica ubicata non lontano dal Santuario del “SS.mo Salvatore” della città federiciana, è ultimamente oggetto di un tentativo di recupero a fini ambientali e didattici da parte di chi, come l’ambientalista e ricercatore Nicola Montepulciano, sta da tempo cercando di salvare l’area naturale del Gurgo, che di fatto rappresenta un enorme contenitore naturale di biodiversità floro-faunistica ma anche  un’opportunità di analisi della natura storica e geologica del nostro territorio.

Da questi presupposti la nascita del Comitato spontaneo “Carsicando”. 

“La scommessa”– rende noto Montepulciano – “presa in carico da un gruppo di cittadini sensibili alla salvaguardia del nostro territorio è arrivata alla sua conclusione. Il 24 febbraio 2017 è stata pubblicata la classifica del concorso nazionale “ I luoghi del cuore “ indetto dal Fondo Ambiente Italiano (FAI). Il Gurgo, la nostra dolina carsica, situata nei pressi del santuario del SS. Salvatore, si è classificata al 17° posto con 16.709 voti.
Vogliamo ringraziare tutti i cittadini di ogni età, non solo andriesi, che con la loro firma hanno consentito questo importante traguardo”.

“Questo risultato vuole essere il primo passo per il recupero della dolina, la cui rilevanza ambientale, storica e paesaggistica è ormai pubblicamente riconosciuta. Pertanto il Comitato organizza un incontro pubblico presso la sala conferenze del chiostro di san Francesco di Andria, venerdì 31 marzo 2017 , alle ore 19.00 – conclude Montepulciano.