Scontro treni Andria-Corato, la sorella di Maria: “Sorellina mi manchi tanto”. Tatuaggi indelebili per non dimenticare

Un dolore mai assorbito dai parenti delle vittime quello della tragedia ferroviaria del 12 luglio 2016, quando su quel binario unico oramai noto a livello internazionale morirono 23 persone tra i territori di Andria e Corato. A queste 23 vittime si aggiungono quella di una cinquantina di passeggeri che rimase ferita durante il tremendo schianto. A distanza di anni, i parenti delle vittime chiedono ancora Giustizia in un processo che non è ancora stato ultimato. Tra coloro che hanno commemorato le vittime nel terzo anniversario, anche Anna, sorella di Maria Aloysi:

“Sono passati tre anni da quella giornata tragica del 12 Luglio 2016, Il sindaco di Bari Antonio Decaro ha incontrato in piazza stazione i familiari delle vittime per un momento di raccoglimento. Decaro ha incontrato anche Anna Aloysi, sorella di Maria deceduta nello scontro. Anna Aloysi racconta di essere stata accolta dal sindaco con molta gentilezza, ha deposto dei fiori e una maglietta con la foto di mia sorella accanto alla targa ricordo. Durante il colloquio, Decaro ha notato due tatuaggi che avevo tatuato sulle braccia e a chiesto il significato, una M con la data della tragedia e il secondo raffigura un binario con la scritta “Associazione Anna Aloysi Incidente Ferroviario Andria-Corato 12 luglio 2016” – fanno sapere sulla Pagina Facebook dell’Associazione Anna Aloysi Incidente Ferroviario 12 Luglio 2016. “Dopo tre anni restano paura, grida e delusione” ma anche “Sorellina mi manchi tanto” – tra i messaggi diffusi sulla pagina Facebook. La nostra redazione continuerà a dar voce a queste persone, nell’umile tentativo di non far dimenticare agli enti – locali e nazionali – l’importanza di continuare questa battaglia di civiltà e giustizia, auspicando che, nel frattempo, la Magistratura possa proseguire senza difficoltà il suo lavoro condannando una volta per tutte coloro che si sono macchiati della responsabilità di questa tragedia. Uno dei post: