Servizi offerti dal comune di Andria, sindacati incontrano Giorgino. Deleonardis: “ci aspettiamo risposte”

A seguito della richiesta di incontro inoltrata da Cgil, Cisl e Uil al sindaco di Andria, Nicola Giorgino, da Palazzo di Città è giunta una convocazione per una riunione che si terrà il giorno 21 settembre alle ore 15.00 presso al sala giunta del Comune in piazza Umberto I al fine di approfondire le questioni inerenti la situazione economico finanziaria in cui versa l’ente a seguito della delibera di pre-dissesto votata nel consiglio comunale dello scorso 29 agosto e del futuro dei servizi ai cittadini ed alla collettività.

“Insieme ai colleghi di Cisl, Giuseppe Boccuzzi, e di Uil, Vincenzo Posa, saremo ricevuti domani dal Sindaco di Andria, perché abbiamo bisogno di delucidazioni e, soprattutto risposte, così come l’intera cittadinanza in merito alla situazione delle casse ma ancor di più dei servizi. Ciò di cui siamo a conoscenza sono le notizie che leggiamo ed ascoltiamo tramite mezzi di informazione ma abbiamo bisogno di capire perbene come stanno le cose perché sappiamo di grande preoccupazione delle famiglie rispetto alla refezione scolastica non ancora partita nelle scuole elementari col tempo pieno, materne e nido, così come non si conoscono ancora i tempi di avvio del trasporto pubblico scolastico mentre leggiamo che ‘nei prossimi giorni’ comincerà quello per gli alunni diversamente abili. Cosa significa nei prossimi giorni? E per tutti gli altri? Non si hanno dettagli neanche sull’assistenza specialistica. Insomma, citiamo le questioni che riguardano la pubblica istruzione solo perché sono quelle immediatamente percepibili, visto che siamo ad inizio dell’anno scolastico. Ma quale scenario attende tutti i cittadini?”

Per esempio, per quel che riguarda il capitolo degli interventi del piano sociale di zona per i quali è previsto oltre al finanziamento regionale anche la compartecipazione comunale, qual è l’idea dell’ente? E rispetto alle politiche fiscali, come cambierà, se cambierà qualcosa nei tributi? Porremo tutti questi interrogativi domani a Giorgino e speriamo di avere da lui risposte esaustive e circostanziate”, commenta Giuseppe Deleonardis, segretario generale Cgil Bat. “Ci auguriamo che sia un confronto proficuo nell’ottica delle relazioni sindacali, che segua lo spirito del protocollo sottoscritto con Giorgino, per il bene della collettività e dei cittadini tutti”.