Strage treni Andria-Corato, parenti vittime “il Governo ha promesso ma non risponde, 23 morti dimenticati. Strapperemo tessere elettorali”

“Da tre anni a questa parte veniamo a manifestare a Roma…” – “dopo aver aspettato, i Ministri sono occupati, alcuni onorevoli non rispondevano nemmeno alle segreterie – lo segnala Daniela Castellano, Presidente dell’Astip (Associazione Strage Treni in Puglia 12 Luglio 2016) nel corso di una video-intervista rilasciata ad Adnkronos durante una manifestazione svoltosi nella capitale. Chiedono spiegazioni, anche al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, al Ministro dei Trasporti Danilo Toninelli e ai parlamentari della Repubblica. La richiesta dei manifestanti, tra le altre cose, è quella di “cambiare il titolo V della Costituzione” mentre nei fatti la concessione alla rete ferroviaria regionale è rimasta invariata, nonostante le promesse politiche. Una situazione che i parenti delle vittime innocenti di questa strage non possono tollerare:

“23 morti dimenticati. Strappare le tessere elettorali sarà il prossimo step per ribellarci a cotanta indifferenza. Vergognoso. Povera Italia” – fanno sapere attraverso un post divulgato su Facebook. Il video diffuso da Adnkronos con le dichiarazioni della Castellano:

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE L’ARTICOLO CON IL VIDEO ONLINE

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).