Taglia 150 querce a Castel del Monte: deferito titolare, sequestrato bosco

Nel Parco nazionale dell’Alta Murgia nei pressi di Castel del Monte in località “Masseria Posticchio” i Carabinieri del raggruppamento “Parchi” hanno scoperto l’avvenuto taglio di una porzione di bosco ceduo.

Sono circa 150 le piante di quercia tagliate su una superficie di circa 1000 mq. Stando a quanto riportato dalle forze dell’ordine, l’intervento illegale sarebbe avvenuto per “ampliare una pista di circa 10 metri di un’aviosuperficie privata.

Il taglio delle piante non è stato autorizzato dall’Ente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia anche perchè è avvenuto in un’area ad elevato vincolo ambientale e Sito di Importanza Comunitaria nonché area vincolata dal PPTR Piano paesaggistico della Regione Puglia.

In seguito alla vicenda, l’intero bosco di 25 ettari è stato posto sotto sequestro preventivo. Un andriese committente ed esecutore delle opere risultate illecite, è stato denunciato. Un caso che riguarda un vero e proprio fenomeno di inciviltà che pone gli interessi di singoli privati a scapito della salute di un intero territorio. Già in passato i volontari dell’associazione Ambiente è/e Vita Onlus e Nat. Federiciana Verde, coordinati dal prof. Francesco Martiradonna, avevano segnalato un episodio simile avvenuto sempre nei dintorni di Castel del Monte.

Episodi segnalati anche alla nostra redazione (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).