Torna a risplendere il crocifisso del Cimitero di Andria: cittadini ed autorità per la nuova benedizione – video

Dopo il grave danneggiamento causato da un uomo con disturbi psichici, torna al suo posto, all’ingresso del viale del Cimitero, il crocifisso che lo scorso 20 luglio 2018 venne
mutilato della testa e degli arti da un 45enne cittadino italiano, disabile mentale. Dopo una breve cerimonia nel corso della quale il Vescovo Diocesano ha benedetto la statua restaurata, il crocifisso è stato ricollocato al suo posto. Già negli anni 80 un altro Crocifisso, posto ora nel cortile del Palazzo vescovile, subì analogo scempio, per quanto con danni diversi, meno gravi.

Insieme al Vescovo Diocesano Mons. Luigi Mansi, erano presenti anche anche il Sindaco di Andria, avv. Nicola Giorgino, e tra gli altri anche Michele Di Noia, il costruttore edile che ha curato il restauro del Crocifisso vandalizzato, al pari di quanto fece con l’altro Croficisso danneggiato negli anni 80.

Come si ricorderà i pezzi staccati dalla statua dai colpi inferti con una sbarra di ferro,
vennero recuperati dagli uomini della Compagnia Carabinieri di Andria e consegnati dal Comandante, Marcello Savastano, al Vescovo Luigi Mansi. Un messaggio di speranza che indica come, anche nei momenti difficili, le cose possano tornare a risplendere così come al principio. La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com). Video diffuso dall’emittente televisiva Amica9tv: