Tragedia ferroviaria Andria-Corato: Regione potrebbe pagare risarcimenti danni

Il prossimo 7 maggio verrà resa nota la decisione del Tribunale di Trani riguardo la richiesta di citare la Regione Puglia quale responsabile civile, cioè soggetto tenuto eventualmente al risarcimento del danno, nel processo per lo scontro ferroviario del 12 luglio 2016, avvenuto sulla linea Ferrotramviaria tra Andria e Corato e costato la vita a 23 persone. Come riporta il Tgr Puglia:

“Il collegio giudicante si esprimerà anche sulla richiesta di molte parti civili di potersi costituire contro Ferrotramviaria spa, l’unico dei 18 imputati alla sbarra per i quali la richiesta era stata già rigettata dal Gup durante l’udienza preliminare”. La Regione Puglia, comunque, era tra gli enti costituitesi parte civile nel processo.

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.