Tragedia sfiorata ad Andria: passeggia con il suo cane in zona Piazza Duomo e vengono aggrediti da un altro cane. “Il guinzaglio va sempre portato”

“Tragedia sfiorata è proprio il caso di dire! Ore 23:45. Così è ridotto un cane, il mio, mentre passeggiavo tranquillamente nelle zone della cattedrale, perché il padrone di quello che lo ha aggredito, azzannandolo alla testa e per poco alla gola, ce lo aveva libero. È assurdo pensare che gente adulta abbia ancora bisogno di responsabilizzarsi e che non riesca ad avere il buon senso di tenere il proprio animale, soprattutto se di grossa taglia, al guinzaglio! Questo è sicuramente uno dei tanti episodi che sono accaduti e che accadranno se qualcosa nella mentalità della gente non cambia. Chiedo gentilmente all’amministratore di scrivere un articolo e diffonderlo, affinché si sensibilizzino i cittadini proprietari di animali” – è il messaggio giunto in redazione nelle ultime ore.

La segnalazione è stata effettuata attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile accompagnata da alcuni scatti fotografici (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com). Il cane ferito:

L’animale ferito è stato trasportato in una clinica veterinaria dove è stato medicato e sottoposto alle dovute analisi. Un centinaio di euro le spese per la prima cura, al momento a carico della proprietaria del cane azzannato. Ovviamente con questo articolo non ce la vogliamo certo prendere con l’altro cane: non è colpa sua se ha assunto un atteggiamento territoriale tipico anche degli antenati lupi di questi animali. Sono piuttosto i padroni a dover riflettere sui potenziali rischi nel caso in cui il loro cane dovesse risultare aggressivo nei confronti dei suoi simili. Un pò come vale per le persone, anche ogni cane ha un suo diverso carattere. Compito dei proprietari è dunque quello di vegliare sui loro atteggiamenti per contrastare episodi spiacevoli che, con un po’ di attenzione, potrebbero essere facilmente evitati. Fin troppe volte anche in villa comunale i cani dall’atteggiamento aggressivo vengono tenuti in libertà dai loro padroni. A dirla tutta, per una questione legale, tutti i cani andrebbero sempre tenuti al guinzaglio eccetto nelle aree dedicate (zona di sgambamento ecc) anche se le situazioni variano in base al contesto (se ad esempio si tratta di un posto desolato o area naturale). Più che altro, a mantenere il guinzaglio sino a che la situazione non si riveli sicura dovrebbero sopratutto essere i padroni dei cani meno tolleranti nei confronti dei simili. Esprimiamo solidarietà alla proprietaria del cane al quale auguriamo la pronta guarigione. Il suo sguardo spaventato parla più di mille parole: