Troppi bimbi malati di cancro ad Andria, i cittadini fanno da sè: trovati i medici per individuare le cause, ora si cercano biologi – VIDEO

Studiare i casi di neoplasia più diffusi sul territorio di Andria, con particolare attenzione verso i più giovani cittadini del territorio. È quanto promosso dai volontari dell’associazione “Onda d’Urtoche finanzieranno il lavoro di un comitato scientifico composto da quattro medici. Da tempo l’associazione è stata promotrice di una proposta per la geolocalizzazione dei casi di tumori rivolta alla locale Asl, progetto che purtroppo ancora oggi non risulta applicato in fatti concreti.

Ne avevamo parlato già ieri riportando la lettera dei responsabili dell’associazione ONLUS diffusa sui social, ONLUS operativa da alcuni anni sul territorio. Stando a quanto dichiarato dal Presidente Antonio Tragno nel corso di un’intervista televisiva, sarebbero già stati trovati i medici disposti a dedicarsi al progetto di Onda d’urto, offrendo la propria disponibilità per la causa. “Non chiediamo soldi alle istituzioni. Stiamo cercando anche dei biologi che possano dare una mano alla nostra causa“.

 

Il VIDEO dell’intervista diffuso anche sul canale Youtube di Tele Sveva:

Il post diffuso ieri sulla Pagina Facebook di Onda d’Urto contenente anche le indicazioni utili per effettuare una donazione libera a sostegno della causa portava avanti dai volontari:

CANCRO GIOVANILE AD ANDRIA. TI DO UNA BELLA NOTIZIA:
PARTIAMO CON LA RICERCA !

Cinque medici hanno detto sì. Cinque…

Pubblicato da Onda d’Urto – Uniti contro il cancro ONLUS su Lunedì 8 maggio 2017