Troppi giovani malati di cancro, domani ad Andria grande manifestazione di protesta dell’associazione Onda d’Urto

Per domattina ad Andria, l’associazione “Onda d’urto-Uniti contro il cancro ONLUS” invita tutti i cittadini alla manifestazione di piazza che si terrà a partire dalle 10 attraverso un corteo silenzioso di protesta rivolto alle istituzioni locali per ribadire ancora una volta l’importanza del progetto che vuole studiare i malati di cancro giovanili.

Come spiegato sulla pagina Facebook dell’associazione, sarà il seguente: Largo Torneo – Corso Cavour – Viale Roma – Via Vespucci – Via Ferrucci – Municipio – Via Fornaci – ASL BT.

Non c’è più tempo per le parole, bisogna agire: come già riportato da una riunione pubblica di resoconto svoltosi nelle precedenti settimane, gli attivisti dell’associazione chiedono l’attivazione di un progetto già sostenuto con centinaia di firme per concretizzare una mappatura del territorio al fine di effettuare osservazioni da parte di soggetti scientificamente competenti per individuare dettagli importanti che potrebbero risultare utili nelle indagini sulle cause che comportano patologie di tipo neoplastico negli abitanti del territorio.

 La problematica del blocco momentaneo del progetto sembra causata da una questione burocratica relativa alla privacy dei pazienti, ma basterebbe un patto di riservatezza abbinato all’uso di uno specifico codice alfanumerico per garantire l’efficacia del progetto e al contempo la tutela della privacy dei pazienti.
Della problematica tumori si è discusso anche in una recente trasmissione televisiva con ospiti in studio Antonio Tragno (Presidente di Onda d’Urto) e dell’assessore all’ambiente della città di Andria Michele Lopetuso. Il VIDEO (Fonte: Canale YouTube di Amica9tv):