Truffa dello specchietto ad Andria: la segnalazione di un cittadino “nel caso, chiamate le forze dell’ordine” – ecco come agirebbe il truffatore

specchietto-autoUna nuova segnalazione giunge al numero di Whatsapp di VideoAndria.com (a tal proposito, ricordiamo che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale). In questo caso, un utente ha chiesto di rendere noti atteggiamenti sospetti da parte di un soggetto non identificato che si aggirerebbe ad Andria fingendo lievi incidenti automobilistici con l’intento di truffare i cittadini, come per esempio il danneggiamento dello specchietto dell’auto. Stando a quanto ricevuto dalla redazione, il truffatore in questione si aggirerebbe nel centro cittadino con una  BMW 320 color grigio. Qui sotto riportiamo per intero la segnalazione:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Spett/le redazione Vi informo di una truffa che in questi giorni si sta verificando ad Andria. Quella dello specchietto… via Ospedaletto, via Catullo, via Corato, via Barletta, via Vecchia Spinazzola, via Trani… sono i casi più segnalati. Su Facebook ci sono le testimonianze di coloro che sono incappati. Andando in auto si sente un botto credendo in nulla di grave… dopo si viene fermati da un tipo sui 45 anni (dall’accento napoletano) con un bambino 10/12 anni (in uno dei casi segnalati) BMW 320 GRIGIO TOPO che vi farà notare il suo specchietto spaccato… Essendo il danno di poco conto, chiederà dei soldi per il danno subito allo specchietto. Non incappate anche voi: al padre di un mio amico questa mattina hanno spillato 100 €!!! Diffondete questo messaggio. Non date soldi, in quel momento chiamate le forze dell’ordine oppure dite che siete a conoscenza della truffa oppure dite di fare denuncia all’assicurazione … se riuscite a prendere il numero di targa è un bene, segnalate l’accaduto alle forze dell’ordine”. 

- Prosegue dopo la pubblicità -

Come l’utente che ci ha scritto via Whatsapp, anche noi di VideoAndria.com consigliamo ai cittadini che dovessero incappare in casi simili, di non pagare assolutamente e di contattare subito le forze dell’ordine.