Tumori ad Andria, il dott. Leonetti: “è in atto strage silenziosa, giovani si stanno ammalando. Attendo risposte dal dirigente comunale”

“E’ in atto una strage. Silenziosa perché pregna di pudore e di paura. Il cancro colpisce sempre più bambini, giovani, giovani adulti della nostra città…”aveva scritto lo scorso 3 luglio 2018. Nelle ultime ore, a questo si aggiunge un appello alla macchina comunale andriese:

“Desidero informarla che i cittadini di Andria si stanno ammalando anche perché la città è malata. E’ per questa motivazione che il primo garante della salute, il signor Sindaco, milleottocentoventicinque giorni addietro le ha chiesto di redigere il Profilo di Salute della città affinché fosse fatta una “diagnosi” delle eventuali criticità per poi proporre una “terapia” utile ad una migliore vivibilità cittadina. Ho provato in più occasioni a ricordare questo impegno sia a lei che al signor Sindaco” – così scrive sui social il dott. Dino Leonetti (medico oncologo e da tempo sostenitore del progetto del Profilo della Salute, appelli spesso diffusi a mezzo stampa con l’associazione Onda d’Urto – Uniti contro il cancro ONLUS) rivolgendosi  del settore “servizi ambientali, servizio igiene pubblica integrato” della città di Andria. 

“In più riprese” – ricorda il dott. Leonetti nel post diffuso pubblicamente su Facebook – “è stato solennemente promesso che il Profilo si sarebbe consegnato alla città. Ricordo, ultima in ordine di tempo, la conferenza del novembre 2014 alla presenza di persone illustri in cui lei stessa era presente. Lo ricordo a più riprese. Non da solo, certamente. Recentemente centinaia di cittadini sono scesi in strada per chiedere di rispettare proprio questo impegno. Molti di questi cittadini stanno affrontando una malattia di cui avrà sentito parlare. Si chiama “cancro”. Le cause sono spesso legate proprio ai settori di cui lei è dirigente e cioè all’“ inquinamento ambientale, acqua, aria, suolo, sottosuolo”, e poiché lei dovrebbe garantire “monitoraggio dell’ambiente a prevenzione delle varie forme di inquinamento”, ad ogni cittadino andriese preme che svolga “ attività di informazione e sensibilizzazione di tematiche ambientali”. Non è un favore, è un dovere istituzionale. Lei fa tutto questo?

“Il Profilo di Salute è uno strumento di conoscenza essenziale per capire lo stato di salute di una città e di conseguenza di quello dei cittadini. Mi perdoni l’insistenza, ma sono fortemente interessato all’argomento. E non solo perché sono un medico di famiglia e i malati li curo. Non solo perché sono un oncologo e so che molte forme di cancro si possono evitare facendo attenzione ai fattori inquinanti. No, per nessuno di questi motivi. Insisto perché si stanno ammalando i bambini e giovani della nostra città. Non è ammissibile che ciò accada anche a causa di incuria o negligenza. Lei non crede? Mi chiedo come mai un semplice contribuente come me che dimentica di pagare una bolletta si vede ingiungere il “fermo amministrativo” dell’auto o quasi quasi giungere i carri armati attorno a casa perché giudicato pericoloso e malvivente. Ed invece se un dirigente deve fornirmi uno strumento per conoscere lo stato di salute della città io debba tacere e subire”.

“Il signor Sindaco recentemente ha dichiarato pubblicamente che chiede “competenza e dedizione” ai suoi assessori e ai dirigenti comunali. Quindi ha azzerato la giunta comunale mandando a casa gli assessori. Chiedo a lei, dirigente ing. Santola Quacquarelli che viene pagata con il denaro dei contribuenti e quindi realmente è anche al mio servizio, se il suo lavoro di responsabile del “monitoraggio dell’ambiente a prevenzione delle varie forme di inquinamento”, dell’ “attività di prevenzione e controllo dell’inquinamento ambientale, acqua, aria, suolo, sottosuolo, ed attività di informazione e sensibilizzazione di tematiche ambientali” è svolto in maniera da garantire la cittadinanza e se il Profilo di Salute abbia qualche speranza di vedere la luce oppure anche questo debba finire nelle tenebre, che purtroppo avvolge anche le giovani vite che questo mondo lasciano senza alcuna colpa. Le chiedo, dirigente ing. Santola Quacquarelli, può in qualche modo rispondere ad un cittadino che ha ancora fiducia nelle istituzioni e, se non proprio nel cuore, nell’intelligenza degli uomini? Grazie” – conclude il dott. Leonetti. Il post:

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).