Tumori ed emissioni ad Andria, qualcosa si muove: Polizia Locale incontrerà Onda d’Urto ONLUS

Il Comando Polizia Locale di Andria informa che l’intenzione di voler incontrare presso la Sala Scuola di Formazione della Polizia Locale nel Palazzo degli Uffici, il Presidente dell’Associazione “Onda D’Urto – Uniti Contro il Cancro – ONLUS” ed il Dott. Dino Leonetti, per un informativa, tra gli altri, sui seguenti argomenti:

progetto onda d’urto (geolocalizzazione malati di cancro sul territorio andriese da 0 a 50 anni); importanza del Profilo della Salute di una città; il Registro dei Tumori; esposizione operatori Forze dell’Ordine allo Smog.

Da tempo infatti l’associazione sostenuta in primis da Antonio Tragno e dal dott. Dino Leonetti sta promuovendo iniziative finalizzate a far luce sulle cause dell’insorgenza di patologie neoplastiche in città. Negli ultimi giorni, tra gli appelli del dott. Dino Leonetti, quello rivolto al dirigente comunale. Questo senza contare le numerose segnalazioni di odori nauseabondi provenienti molto probabilmente da roghi che emettono diossine potenzialmente cancerogene per l’intera popolazione. Auspichiamo dunque che con questo atteso incontro gli associati di Onda d’Urto possano elencare tutte le problematiche da risolvere: i tumori, anche tra i più giovani, non sono pochi e la città non po’ più spettare. Nei prossimi giorni gli aggiornamenti. Previsto inizialmente per il 19 luglio 2018, l’incontro è stato posticipato e si svolgerà dunque in altra data, così come riportato anche sulla Pagina Facebook dell’associazione Ona d’urto:

“L’appuntamento presso il comando della Polizia Locale di domani giovedì 19 luglio 2018 è stato spostato ad altra data. Ribadiamo ancora una volta che siamo a disposizione di chiunque voglia conoscere i nostri progetti e i nostri obiettivi per la cittadinanza andriese.
L’incontro di domani era stato concordato in ricordo di Natalia Sinisi, agente di Polizia Locale, deceduta a causa del cancro. Doveva rappresentare un momento di riflessione su cosa rappresenta il cancro nella nostra vita quotidiana, sulla prevenzione e la cura”.