Un andriese da 50 anni a Trieste commosso dal documentario “Le antiche fornaci di Andria” di Montepulciano online su VideoAndria.com. Il ricordo e la proposta di rilancio del patrimonio storico

Nella foto: il Cav. Salvatore Porro, residente a Trieste ma di origini andriesi

Fa sempre piacere sapere che l’elaborato di uno scritto o di un documentario venga in qualche modo preso in considerazione e rivalutato da persone attente e culturalmente sensibili, capaci di intuire l’importanza di molteplici sfumature legate alla lunga Storia della comunità andriese. Apprezzamenti che giungono a VideoAndria.com anche dall’estero e dall’altra regione d’Italia: è il caso de “Le Antiche Fornaci di Andria“, documentario realizzato dal ricercatore Nicola Montepulciano e pubblicato da pochi giorni su VideoAndria.com – che sta catturando l’attenzione di molteplici concittadini, persino di chi, per questioni personali, non vive più da decenni in città ma ne conserva vivo il ricordo. E’ il caso del Cav. Salvatore Porro – andriese da 50 anni a Trieste – che da lontano ha seguito con attenzione le informazioni riportate dal documentario, esprimendo parole di apprezzamento e ricordi legati alla sua infanzia e confermando le potenzialità che il nostro blog, attraverso numerosi documentari, fornisce da circa un ventennio in maniera continuativa. Il documentario, lo ricordiamo, parla delle origini della lunga e variegata arte figulina andriese, da sempre legata ai vicoli della zona di via Fornaci, dove ancora oggi è possibile osservare i resti delle botteghe – ubicate perlopiù nei sottani della case – dove “artisti” dell’epoca lavoravano l’argilla creando così molteplici tipologie di vasi, contenitori e, talvolta, veri e propri gioielli. Una importante forma d’arte paragonabile a quella di altre realtà pugliesi – Grottaglie in primis ma non solo – che come per l’esempio Salentino meriterebbero una rivalutazione e una tutela dal punto di vista della memoria storica. Una grande sorpresa e soddisfazione per noi di VideoAndria.com aver ricevuto il caloroso commento del Cav. Porro, che da Trieste ci scrive:

Spett.le Direzione di “VideoAndria”, Buongiorno compaesani di Andria di “VideoAndria”,    chi vi scrive è un andriese nato nel 1950 in località Troianelli, borgata dimenticata di Andria una vasta zona pedemurgiana, attualmente disabitata. Dal 1971 sono residente a Trieste dove ho sposato una “Mula” triestina (così si chiamano le “Donne di Trieste”), sono padre di due bellissime figlie Ilaria e Federica e nonno di tre adorabili (bei) nipotini due gemelli Alessandro e Samuele e il terzo Matteo. In Andria, grazie a Dio vive ancora mia madre Vincenza classe 1928, mio padre Agostino, classe 1925 nel mese di settembre 2016 ha raggiunto la “Casa del Padre”, le mie sorelle Dina e Nicoletta e i fratelli Michele e Lorenzo. Sono un pensionato statale e da 20 anni consigliere comunale nel gruppo di Fratelli d’Italia. La mia politica è rivolta principalmente impegnata nel ramo del “sociale”, perché la vita mi ha insegnato che i politici prendono decisioni che influenzano la vita delle persone nel bene e nel male, ed ho sempre voluto dare il mio piccolo apporto per il benessere della gente, senza distinzione di fede o credo politico. Personalmente mi dà fastidio quando sento ripetere che la politica è una cosa sporca; a mio modesto parere, la sporcano gli uomini sporchi. E faccio proprie le parole che ebbe a dire “Papa Pio XI” “La politica è al contrario l’arte più nobile e alta, indispensabile per realizzare in modo ordinato ed equo la convivenza umana e tutelarne gli aspetti fondamentali: la famiglia, il lavoro, la casa, la scuola, la salute. La politica è “il campo della più vasta carità, della carità politica”. Fatta questa doverosa presentazione vengo al dunque. Tramite una mia sorella che mi ha inoltrato il link del “VideoAndria.com”, sono venuto a conoscenza dell’importante rivelazione del ricercatore storico concittadino Nicola Montepulciano, a cui rivolgo i più sinceri complimenti, che ha lodevolmente deciso di condividere sul vostro blog le sue ricerche sulla via Fornaci” – ha ricordato il cav. Porro che ha proseguito:

Tra gli 1958-60, durante la chiusura delle scuole elementari, noi ragazzi, non avendo strutture sportive si giocava in strada e a piedi nudi, e qualcuno di noi, grazie ai nostri genitori, veniva accolto come garzone nelle botteghe di barbieri (io ero inserviente del barbiere credo Mimmo in un scantinato all’angolo di Piazza Catuma, vicino al vescovado), calzolai, sartorie, salumerie, meccanici di biciclette e fornitori di bombole di gas casa per casa. Abitavo nel quartiere “Ciappet” in via Cialdini e ricordo come ora che con gli amici Moretti, Quacquarelli, Lomuscio, Stallone, Suriano, Civita e Scamarcio andavamo spesso nella via Fornaci e in particolare al III^ Vicolo per giocare con i ragazzi “uagnid” del posto, alle biglie di vetro e a guardie e ladri posto ideale per le vie strette. Uno di loro un certo Riccardo era figlio di un “vasaio” un artigiano esperto di pignate, vasi vari e del famoso “cicino”, che nel 1958-59 lavorava ancora. La scoperta delle “fornaci” è molto importante per la storia dell’artigianato di Andria, e merita di essere custodita, conservata e divulgata per la cultura dei nostri giovani e per il turismo. Custodire il passato serve ad illuminare il presente ed il futuro, ci rende consapevoli delle nostre origini ed è testimonianza della Storia, foss’anche di quella “minore”, dalla quale comunque tutti proveniamo. A tale proposito contatterò il segretario provincia e il capo gruppo di Fratelli d’Italia al Comune di Andria al fine di invitarlo a presentare una proposta di “deliberazione consiliare” firmata da tutti i capigruppo consiliari, da sottoporre al consiglio comunale di Andria per ottenere dei fondi fissi dal “bilancio annuale del Comune” per la conservazione e la valorizzazione delle “fornaci”” – ha aggiunto il Cav. Porro che ha quindi concluso:

“E’ appurato che Andria NON ha un museo del “contadino” con un paio di “u-traino”, storico carro da lavoro per i contadini trainato da muli o cavalli, aratri ed altre attrezzi da campo, da realizzarlo in un quartiere della città antica, per esempio nella zona di santa Maria Vetere, o località Troianelli nel Palazzo ducale del 18° secolo, con attigua l’antica chiesetta dedicata a Santa Maria Assunta, che necessitano entrambi di restauri. Con un apposito stanziamento annuale da parte dell’Amministrazione comunale, per far rinascere queste parti integranti della città, sono sicuro e fiducioso che richiameranno migliaia di turisti da tutte le parti d’Italia e non”. PS: mi scuso per la lunghezza della presente, ma dopo 50 anni lontano dalla terra natia e rammentando la mia infanzia, sebbene povera ma felice di aver vissuto in un mondo contadino, mi ha preso un “nodo alla gola” fino a farmi uscire qualche lacrima. – Trieste, 26 ottobre 2022  Cav. Salvatore Porro – Consigliere comunale di Trieste – Presidente VI^ Commissione consiliare (Vigilanza urbane e protezione Civile) Gruppo Fratelli d’Italia”. Il blog di VideoAndria.com ringrazia il Cav. Porro per questa importante testimonianza che ci spinge inevitabilmente a convincerci ulteriormente dell’importanza del contributo offerto ai nostri lettori grazie alle ricerche del concittadino Nicola Montepulciano. Un ringraziamento, inoltre, va ovviamente anche al Maestro figulo Antonio Lomuscio e a tutti coloro che hanno reso contribuito alla realizzazione di questo importante documento audiovisivo di interesse storico. Ricordiamo che è possibile visionare l’intero documentario qui sotto:

Riguardo il blog di VideoAndria.com, ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale da Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo >https://t.me/andriabarlettatrani< da Instagram al seguente indirizzo >instagram.com/andriapuglia< oltre che da Facebook cliccando “mi piace” su >Facebook.com/VideoAndriaWebtv< e da Twitter al seguente indirizzo >twitter.com/videoandria<.  Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all’indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.

#andria #andriesi #casteldelmonte #puglia #altamurgia #murgia #diretta #facebook #twitter #youtube #live #magazine #blog #andrianews #andrianotizie #bat #barletta #trani #barlettanadriatrani #network #cultura #cronaca #politica #minervino #corato #google #googlemaps #meteo #email #web #andriaweb #comunediandria #amministrazione #aggiornamenti #viabilità #denuncia #lavoro #residenti #quartiere #sanvalentino #piazzacatuma #oliodiandria – Andria notizie in diretta live in tempo reale dalla città. Una #città #Viva con #eventi #associazioni #sport #movida #giovani #ricca di #emozioni

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.