Workshop su “La violenza sessuale a danno delle donne” ad Andria il 27 gennaio

Nell’ambito delle attività formative previste dal Programma Antiviolenza SFERA, finanziato dalla Regione Puglia e cofinanziato dall’Ambito Territoriale di Andria, con la collaborazione della Provincia Barletta-Andria-Trani e dell’Azienda Sanitaria Locale ASL-BT, il Centro Antiviolenza RiscoprirSi… organizza il workshop dal titolo “La violenza sessuale a danno delle donne” al fine di approfondire una forma di violenza molto specifica che molto spesso è difficilmente riconosciuta.
L’evento si terrà venerdì 27 gennaio, dalle ore 15 alle ore 19, presso la sala convegni del Chiostro San Francesco di Andria ed è patrocinato dalla Città di Andria, dall’Ordine degli Avvocati di Trani, dal comitato Pari Opportunità degli Avvocati di Trani, dall’Ordine degli Psicologi della Regione Puglia e dal Croas Puglia.

L’evento è accreditato all’Ordine degli Avvocati di Trani (3 CFU – per gli avvocati è necessaria iscrizione tramite il sistema Riconosco) e in fase di accreditamento al CROAS PUGLIA ed è rivolto è rivolto alle operatrici e agli operatori della rete dei servizi andriese a sostegno delle vittime di violenza e a chiunque altro voglia approfondire tale tematica e ha l’obiettivo di approfondire la tematica delle diverse modalità attraverso cui si manifesta la violenza sessuale, le relative conseguenze nonché discutere su quanto avviene nella città di Andria.
All’evento interverranno per i saluti istituzionali il Sindaco Avv. Nicola Giorgino, l’Assessora ai Diritti ed Equità Sociale, dott.ssa Elisa Manta, la Consigliera di Parità della Provincia BAT, l’Avv.ta Stefania Campanile, la Presidente del C.P.O. dell’Ordine degli avvocati di Trani, l’Avv.ta Savina Vitti.
Seguiranno le relazioni dell’avv.ta Stefania Larosa, socia e consulente legale del CAV RiscoprirSi… dal titolo “La violenza sessuale tra persone sconosciute”, dell’Avv.ta Roberta Schiralli, socia e consulente legale del CAV RiscoprirSi… dal titolo “La violenza sessuale nelle relazioni intime”, del Dott. Luca Pisano, Direttore Master in Criminologia IFOS, consulente dell’Ufficio IV, D.G.M.C. – Ministero della Giustizia. Consulente di Facebook Italy, dal titolo “Dal senso del Sé virtuale al deficit di concettualizzazione dell’identità virtuale:il sexting tra adulti”, dell’Avv. Deborah Panettieri, Direttrice IFOS Puglia dal titolo “Sexting – Cybersesso: prevenzione delle nuove dipendenze aspetti socio-giuridici”, del dott. Michele Fattibene, ginecologo, referente ASL BT Equipe Multidisciplinare Abuso e Maltrattamento di Andria, dal titolo “Le conseguenze mediche delle violenze sessuali”, della dott.ssa Lucia Brattoli, consigliera e psicologa/psicoterapeuta del CAV RiscoprirSi… dal titolo “Il silenzio non aiuta: le conseguenze psicologiche delle violenze sessuali”.

A seguire ci sarà un approfondimento sulla rete dei servizi a sostegno delle vittime e su quanto avviene nella città di Andria, durante il quale interverranno Dirigente del Settore Socio-Sanitario, Avv.ta Ottavia Matera, Dirigente e referente della Polizia di Stato di Andria, dott. Gianpaolo Patruno e sovr. Giuseppina Pecoraro, Capitano della Compagnia e Comandante della Stazione dei Carabinieri di Andria, dott. Marcello Savastano e Andrea Aiello.

Discuteremo di alcune forme di violenza sessuale partendo da storie realmente accadute, discutendo di metodologie e buone prassi da seguire nella presa in carico. Discuteremo inoltre di forme di violenza sessuale “tradizionali” e di forme “innovative” che trovano terreno fertile nell’ utilizzo del web” – ha dichiarato la Presidente dott.ssa Patrizia Lomuscio – “Ci confronteremo inoltre su quanto avviene nella nostra realtà cittadina e su come rendere i servizi a sostegno delle vittime sempre più efficienti. Si ringraziano tutte/i coloro che hanno collaborato all’organizzazione dell’evento, in particolare l’amministrazione comunale per la collaborazione e la sensibilità che da sempre mostra nei confronti del nostro operato e si invitano i referenti della rete dei servizi andriese a partecipare” – ha concluso la Presidente
dott.ssa Patrizia Lomuscio.