“Ad Andria, se serve, anche l’esercito. Salvini intervenga” – M5S compatto si appella al Ministero dell’Interno e annuncia interventi in Parlamento e in Prefettura

Dopo il brutale agguato avvenuto in tarda serata all’interno della villa comunale di Andria (che ha visto la morte di un uomo), gli esponenti locali del Movimento 5 Stelle hanno diffuso online alcune dichiarazioni. Si tratta di appelli rivolti direttamente al Ministero dell’Interno per sollecitare l’aumento dell’organico tra Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza:

“Quello che è accaduto stasera in villa comunale è terrificante. Sparare tra bambini e famiglie va oltre ogni concetto di delinquenza. È da animali, da bastardi! Tutti sanno quello che accade ormai da tempo nella nostra villa comunale, in presenza anche dei bambini.
In questi anni ho provato a fare il possibile per la sicurezza ad Andria, ma adesso basta!
Domani vi anticipo che interverrò in Parlamento per chiedere un’azione immediata del Ministro competente, cioè Salvini…se serve, va utilizzato anche l’esercito, ma da subito vanno potenziati gli organici di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza, senza se e senza ma!!!” – ha riportato sui social il parlamentare andriese Giuseppe D’Ambrosio. Grazia Di Bari – capogruppo e consigliere regionale M5S – ha dichiarato:

“È assurdo leggere di bambini e adulti che piangono e scappano da un luogo che dovrebbe essere sicuro. Viviamo in una città insicura lo diciamo da troppo tempo. Siamo gli unici a dirlo. Non è questa la città in cui desideriamo vivere, non a queste condizioni.
Domani, mentre Giuseppe D’Ambrosio interverrà alla camera, con Michele Coratella sarò dal Prefetto per chiedere l’immediato intervento del Ministro dell’interno.
Un abbraccio a tutti coloro che hanno dovuto assistere e vivere questi momenti drammatici”.