Andria: cane ucciso a morsi davanti al padrone da branco numeroso, l’aggressione in zona PIP. Famiglia sotto shock

Tragedia nella periferia di Andria quando un branco di circa sette/otto cani randagi, ha aggredito e ucciso un cane mentre l’animale passeggiava al guinzaglio con il suo padrone:

Stando a quanto si apprende, l’episodio si è verificato nella mattinata di sabato 15 gennaio, verso le 7 di mattina nella zona PIP di Andria (non lontano da via Barletta). L’uomo, sotto shock, è riuscito ad avvertire il figlio che è andato in suo soccorso. Nonostante il tentativo di salvataggio, il cane è deceduto poco dopo l’aggressione a causa delle gravi ferite riportate. Secondo le prime ricostruzioni l’uomo, un 60enne, si trovava con il suo cane, un husky, quando, improvvisamente, un branco di grossi cani randagi composto almeno da sette esemplari randagi (forse otto) ha dapprima accerchiato l’uomo e il cane e poi aggredito brutalmente il povero husky ferendolo mortalmente al collo ed allo stomaco. Quindi, gli animali sono fuggiti lasciando il povero cane moribondo e il proprietario sotto shock:

Purtroppo, l’attacco da parte di un branco di cani randagi verso altri animali può verificarsi nel momento in cui un branco interpreta la presenza di un cane come “intrusione” e pertanto occorre intervenire per verificare la situazione del randagismo in città. Questo spiega il motivo per cui i cani aggrediscono altri simili, lasciando perdere invece gli umani che li accompagnano. E’ chiaro che il problema principale non è rappresentato dai cani ma dal modo in cui questi vengono gestiti: se ci sono cani mordaci, occorre intervenire per ripristinare la sicurezza, ad esempio interrompendo il proliferarsi di un gruppo divenuto evidentemente troppo grande per essere controllato. La gestione di cani randagi, lo ricordiamo, è di competenza comunale. L’ente deve necessariamente verificare che la campagna di sterilizzazione sia efficace per evitare che un gruppo di cani possa trasformarsi in un branco numeroso e potenzialmente pericoloso per altri animali. In attesa di aggiornamenti da parte delle istituzioni locali, consigliamo ai cittadini di evitare di passeggiare da soli con i propri animali in queste zone della città. Aggiornamento – sulla questione è intervenuta anche l’emittente televisiva Telesveva con un servizio diffuso sul web cui link riportiamo qui sotto:

Riguardo il blog di VideoAndria.com, ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all’indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.