Andria: Dora Guarino nuovo Dirigente del Liceo “Troya”, il caloroso saluto del prof. Filannino

Anche il blog di VideoAndria.com augura alla dottoressa Dora Guarino – nuovo Dirigente Scolastico dell’istituto “Troya” di Andria buon lavoro ad un buon inizio per l’anno scolastico in fase di partenza. Al contempo, vogliamo pubblicare qui sotto il messaggio del Preside uscente – prof. Michelangelo Filannino – che ha pubblicamente ringraziato il corpo docente e gli studenti per questa importante esperienza giunta al termine:

Mi accingo a salutare la comunità scolastica del Liceo “Carlo Troya” di Andria, passando al Liceo Benedetti-Tommaseo di Venezia e porgendo un cordiale benvenuto al nuovo dirigente scolastico, prof.ssa Dora Guarino, alla quale auguro di vivere in questo Istituto un’esperienza gratificante quanto la mia, nella piena fiducia che nessuna aspettativa sarà delusa. Ci lasciamo alle spalle i tre anni forse più difficili che la Scuola italiana e pugliese abbiano mai conosciuto. Sono stati gli anni della pandemia, della didattica a distanza, delle aule vuote, del silenzio a scuola, del vuoto di voci e sentimenti. Eppure, la comunità scolastica del Liceo “Carlo Troya” ha saputo trasformare questi terribili anni in una fase di crescita, di sviluppo, di miglioramento. La resilienza, di cui tanto si parla, qui è partita dal basso, è stata autentica e si è fondata sull’esercizio di quel prezioso valore che è l’Autonomia scolastica. Voglio perciò ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a questo risultato, che è ben leggibile nell’aspetto stesso della scuola, con i caratteri di un cambiamento irreversibile. Nel salutare questa Comunità scolastica, il mio primo pensiero va a chi abbiamo perso strada facendo:

la prof.ssa Angela Di Gennaro, la signora Anna Tricarico, il prof. Matteo Clemente, il sig. Giuseppe Bozza, di cui non dimenticherò mai il profondo amore per questa Comunità scolastica. Come hanno insegnato Maria Montessori, don Milani e tanti, forse tutti i pedagogisti di valore, l’ambiente fisico che gli adulti preparano per istruire ed educare i bambini e gli adolescenti è il primo banco di prova della validità della propria intenzione educativa. Per questo mi piace ripercorrere tutti i passaggi che hanno portato a trasformare, anche visivamente, il Liceo “Carlo Troya”, con una doverosa premessa, ovvero che poco o nulla si sarebbe realizzato se non fosse intervenuta la collaborazione piena e straordinariamente competente della dott.ssa Rosa Petralla e di tutto il Personale di segreteria, che rappresenta davvero la memoria storica di questo Istituto, il suo più forte elemento di continuità. Analogo ringraziamento va al Consiglio d’Istituto ed in particolare alla Presidente, dott.ssa Angela Barile. Nel 2018 il Liceo “Carlo Troya” non aveva più impianti sportivi. Oggi, soprattutto con il prossimo recupero della palestra, disponiamo di una palestra coperta con un parquet nuovo e nuovi infissi, un campo di basket esterno ed un campo di calcio esterno. I docenti di Scienze motorie potranno contare su impianti di prim’ordine, che mi auguro saranno anche in futuro messi a disposizione delle Associazioni sportive, soprattutto quelle che si prendono cura di diversabili ed anziani. In questi tre anni abbiamo provveduto a ricomporre la Biblioteca scolastica, intitolata al preside Giovanni Gazzilli, che era dispersa in corridoi e aule. Per fare questo, si è reso necessario tramezzare l’Auditorium e trasferire tutti gli scaffali nei nuovi spazi. Sono orgoglioso nel rivendicare l’economicità con cui questo lavoro è stato realizzato. Il risultato è davanti agli occhi di tutti:

un bellissimo salone con al centro il tavolo che un tempo era nella sala dei docenti, restaurato dal collaboratore Giuseppe Tursi, altra presenza importante, come tutti gli altri collaboratori scolastici, uno per uno, titolari e supplenti. In piena estate, un gruppo di alunne ha provveduto all’etichettatura ed alla catalogazione delle migliaia di volumi di quella che può tornare ad essere una prestigiosa Biblioteca, vista anche la presenza di alcune cinquecentine, oltre che preziosi dizionari ed enciclopedie del XVIII e XIX secolo. Se l’ambiente fisico ha un valore fondamentale in campo scolastico, certamente le grate e la ruggine non sono opportuni. Oggi, grazie ad un intervento finalmente efficace dell’Amministrazione provinciale, si sta procedendo alla sostituzione degli infissi, che daranno all’edificio un aspetto davvero giovane e accogliente. Con il nuovo anno scolastico, grazie ai finanziamenti europei ed alla preziosa attività di progettazione del sig. Michele Cifaratti, tutte le aule del Liceo saranno dotate di innovativi schermi, che sostituiranno le LIM. Non solo, tutte le attrezzature informatiche della Segreteria saranno rinnovate, consentendo perciò di realizzare in modo più agevole l’enorme mole di lavoro che questi uffici svolgono. Abbiamo inoltre cercato di rendere più attraente e sicuro l’accesso alla scuola, creando un accesso indipendente all’Auditorium, coprendo un po’ di ruggine della recinzione, realizzando il murales policromo dell’ingresso di via Raffaello Sanzio e mettendo in sicurezza gli alberi di pino. Abbiamo rinnovato l’ingresso decorandolo con una riproduzione de “La Scuola di Atene”, che è nel logo del Liceo. Oggi l’ingresso a scuola dà sicuramente un’impressione di apertura e di trasparenza, che si concretizza nello sportello a vista della Segreteria. Se gli spazi rappresentano la cornice di una scuola, è il rapporto fra gli studenti e i professori a rappresentarne la sostanza. Sono sinceramente grato al Collegio dei docenti per la sostanziale e fattiva collaborazione che siamo riusciti a costruire. Le luci sono così preponderanti da rendere capziosa la ricerca delle ombre. La maggioranza dei docenti ha collaborato attivamente, accettando le sfide proposte e dimostrando di saper poi andare ben oltre le aspettative. Ecco dunque una lunga lista di ringraziamenti, fra i quali spero di non aver dimenticato nessuno. Il prof. D. Losciale, che, superfluo ricordarlo, ha svolto un lavoro enorme per l’organizzazione delle lezioni antimeridiane e pomeridiane, con il merito di gestire ogni situazione azzerando polemiche e conflittualità di qualunque genere. Grazie ancora! La prof.ssa Anna Paparella, che, pur in un passaggio molto difficile della sua vita, ha voluto e saputo impegnarsi a risolvere i problemi, a volte spinosi, dell’inclusione. Mi auguro che possa continuare il lavoro intrapreso, anche nel settore degli studenti stranieri, per i quali molto resta ancora da fare. In particolare, molto prezioso è stato il suo contributo al rasserenamento dei rapporti con molti genitori, ambito che richiede una sempre maggiore attenzione. La prof.ssa Ilaria Milano ha gestito con competenza e buon gusto la grafica ed i contenuti dei social. Le proff. Francamaria Gesù e Daniela Fortunato sono riuscite ad avviare i partenariati Erasmus+ nonostante la pandemia. Le proff. Ada Lanotte e Alessandra Lagrasta hanno dimostrato capacità di innovazione nelle proposte di aggiornamento per i docenti e nell’orientamento in uscita. La prof.ssa Antonella De Laurentis ha svolto un’azione estremamente efficace per l’accreditamento del Liceo nei progetti Erasmus:

grazie a questo, nei prossimi anni e già da ora docenti, personale e studenti potranno svolgere periodi di formazione all’estero. La prof.ssa Dora Santoro è stata sempre puntuale e rigorosa nell’ingrato compito di verbalizzazione sia del Collegio docenti che del Consiglio d’Istituto. I docenti Guido Barbera e Rosaria Agatino sono riusciti a creare relazioni con l’Argentina e il Venezuela nei bui giorni della pandemia, ricordandoci quanto sia importante per un Liceo rifuggire dal provincialismo ed aprirsi al mondo. La prof.ssa Pina Soricelli, pur essendo nel suo ultimo anno di servizio, ha profuso un lodevole impegno in attività complesse come il PCTO, le prove Invalsi e la gestione del registro elettronico. Sicuramente le menzioni individuali contano, ma, a mio parere, quelle collettive sono ancora più significative. Ecco perché voglio citare tutto il numeroso gruppo dei docenti di Lingue che ha raccolto l’invito ad accrescere significativamente il numero dei nostri studenti che conseguono certificazioni linguistiche di livello sempre più alto in Inglese, Francese e Spagnolo. A questo invito i nostri studenti hanno saputo rispondere superando tutte le aspettative. Voglio citare il gruppo dei docenti di Scienze motorie (Quacquarelli S., Bianchino, Mansi, Piarulli, Ortega) che si sono impegnati fortemente per contrastare gli innegabili effetti negativi che la pandemia ha avuto sul benessere psico-fisico di tutti gli studenti. Il gruppo dei docenti che ha curato l’Orientamento in ingresso (Tritta, Berardino, Quacquarelli M.) ha saputo coinvolgere gli studenti nelle attività di promozione ed accoglienza, dando a queste maggiore freschezza. Il gruppo dei docenti di Matematica e Fisica ha saputo affrontare efficacemente l’obiettivo RAV di miglioramento del rendimento degli alunni nei test Invalsi:

da un lato oggi osserviamo un aumento degli alunni del Liceo “Carlo Troya” che si iscrivono a Facoltà tecnico-scientifiche; dall’altro essi sono impegnati nel dare risposta alle esigenze dei tanti alunni che evidenziano carenze nelle materie scientifiche. I docenti di Scienze naturali ed in particolare la prof.ssa Cantatore, si sono impegnati, anche durante la pandemia, nei corsi di potenziamento per gli alunni che si iscrivono alla Facoltà di Medicina, ottenendo immediatamente risultati positivi. La prof.ssa De Palma ha inoltre rivestito il ruolo di Responsabile Covid in modo impeccabile. Desidero ringraziare sinceramente tutti i docenti, senza alcuna distinzione, per la propria capacità di adattamento a situazioni inedite, come la DAD, la rotazione nelle aule, il potenziamento dell’orario settimanale con l’introduzione di materie aggiuntive (Diritto) e di ore aggiuntive (Matematica, Scienze, Arte) e, più di recente, la settimana di didattica non frontale. In questa esperienza, che merita sicuramente di essere approfondita e ampliata, gli studenti del nostro Liceo si sono distinti per creatività e capacità di proposta. I nostri studenti hanno saputo assumere sempre più un ruolo da protagonisti. I Rappresentanti degli studenti hanno dimostrato più volte di saper gestire in modo adeguato gli spazi di autonomia che sono stati garantiti; gli studenti tutti hanno dimostrato che il loro contributo può e deve andare molto al di là di quello di semplici “contenitori” del sapere trasmesso dai docenti. Per quanto riguarda i rapporti con i Genitori, è innegabile che negli anni in tutte le scuole è emersa una sempre maggiore conflittualità, che, purtroppo, assume spesso la veste di un contenzioso legale che finisce con inquinare i presupposti stessi dell’esperienza scolastica. Posso dire con soddisfazione che l’azione assidua di tutto il personale del Liceo “Carlo Troya” ha permesso di ridurre ad alcuni casi isolati la conflittualità, nonostante le complicazioni derivanti dalla pandemia e dalla perniciosa decisione della Regione Puglia di attuare la didattica a richiesta. Sicuramente per migliorare ancor di più i rapporti fra la scuola e la famiglia è necessario mettere in campo un forte spirito di inclusione e di servizio e recuperare la funzione degli Organi collegiali, in primis i Consigli di classe ed i loro Rappresentanti. Non posso né intendo sottrarmi al compito di valutare la mia esperienza di dirigente scolastico qui con voi, esperienza che valuto positivamente senza alcuna esitazione:

ho trovato un ambiente accogliente, con una base di relazioni umane e amicali che viene da lontano; un ambiente tranquillo, senza eccessive polemiche finanche nelle riunioni collegiali. Per quanto riguarda gli studenti, basti dire che non vi sono stati in tre anni provvedimenti disciplinari di alcun tipo. Questo ambiente è stato attraversato negli ultimi anni da una serie impressionante di lutti, eppure ha saputo reagire positivamente a tutte le sollecitazioni al cambiamento, spesso andando ben oltre le previsioni.vSono orgoglioso del fatto che molti alunni, quando mi incontrano nei corridoi, mi chiamano “professore”. In effetti, mi sarebbe piaciuto insegnare qui, come del resto fanno i dirigenti in quasi tutte le scuole europee, dove sono tenuti ad avere almeno una classe. Una classe per non perdere di vista cosa significa fare scuola. Una classe per non diventare burocrati, signor-no, uno di quelli che di fronte a qualunque proposta va subito alla ricerca di tutti i cavilli e gli impedimenti possibili, ostentando il massimo culto della forma ed il minimo rispetto per la sostanza. Se il mio lavoro di questi tre anni è servito a dimostrare che si può evitare di trasformare la scuola in una pretura o in un ufficio della burocrazia kafkiana, posso dirmi pienamente soddisfatto. Se poi sono stato in grado di dimostrare anche solo per un grammo che si può dire di sì, si può provare, si può crescere, si può agire, fare, sperimentare, sbagliare e ricominciare, cambiare, vivere la scuola in modo positivo, posso dirmi felice. Prima di andare via, dovrò svuotare il mio ufficio, com’è ovvio. Lascerò nella bacheca accanto alla porta la citazione di un proverbio africano, che dice: “Una sola testa non contiene la sapienza”. Spero che qualcuno, passando, lo legga qualche volta. Grazie a tutti e, ricordando a me e a voi Michele Palumbo, “scusate qualche parola”!” – ha concluso il Preside uscente del Liceo “Troya” di Andria.

Riguardo il blog di VideoAndria.com, ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale da Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo >https://t.me/andriabarlettatrani< da Instagram al seguente indirizzo >instagram.com/andriapuglia< oltre che da Facebook cliccando “mi piace” su >Facebook.com/VideoAndriaWebtv< e da Twitter al seguente indirizzo >twitter.com/videoandria<.  Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all’indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.

#andria #andriesi #casteldelmonte #puglia #altamurgia #murgia #diretta #facebook #twitter #youtube #live #magazine #blog #andrianews #andrianotizie #bat #barletta #trani #barlettanadriatrani #network #cultura #cronaca #politica #minervino #corato #google #googlemaps #meteo #email #web #andriaweb #comunediandria #amministrazione #aggiornamenti #viabilità #denuncia #lavoro #residenti #quartiere #sanvalentino #piazzacatuma #oliodiandria – Andria notizie in diretta live in tempo reale dalla città. Una #città #Viva con #eventi #associazioni #sport #movida #giovani #ricca di #emozioni

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.