Andria: droni e Corpo di Polizia ambientale per scovare chi brucia i rifiuti, la proposta di Nino Marmo

Svariate proposte ed osservazioni interessanti sono state espresse nella serata di ieri durante l’incontro pubblico organizzato dal Forum Ambiente e Salute – Ricorda e rispetta di Andria che ha accolto 4 dei 5 candidati Sindaco della città di Andria. Nell’incontro – al quale hanno aderito i candidati Giovanna Bruno, Laura Di Pilato, Michele Coratella e Nino Marmo, si è discusso anche della problematica legata ad una delle discariche di Andria, della mancata premialità della raccolta differenziata e anche del preoccupante fenomeno dei roghi di rifiuti che spesso causano odori maleodoranti e l’emissione di diossina nell’aria. Una problematica, quest’ultima, che necessita della costante sinergia tra cittadini onesti e rispettosi dell’ambiente in cui viviono e le istituzioni locali, chiamate a potenziare le loro capacità di contrasto al fenomeno illegale e potenzialmente dannoso per la collettività. A tal proposito, il candidato Nino Marmo ha proposto l’introduzione di un vero e proprio corpo di Polizia ambientale da abbinare all’uso di strumenti all’avanguardia, come droni capaci di fotografare ed identificare gli autori dei roghi e di punirli come previsto dalla Legge. A tal proposito, riportiamo nuovamente i link delle dirette Facebook diffuse ieri da alcuni dei candidati:

 

Ambiente e salute, confronto tra i candidati a sindaco #nientecompromessi #soloandria

Pubblicato da Nino Marmo su Martedì 15 settembre 2020

Confronto tra i candidati sindaco su salute, mobilità sostenibile e ambiente

Pubblicato da Giovanna Bruno Sindaco su Martedì 15 settembre 2020

Ricordiamo inoltre che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di VideoAndria.com cliccando “Mi Piace” sulla Pagina Facebook.com/videoandriawebtv. Scrivendo un messaggio al numero Whatsapp è possibile inviare segnalazioni, video e foto per la pubblicazione. Inoltre, è possibile iscriversi al gruppo Whatsapp cliccando qui, oppure iscriversi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscriversi al gruppo Facebook cliccando qui. Per l’inserimento di materiale, informazioni, comunicati, richieste di rettifiche e chiarimenti, è possibile anche scriverci via email all’indirizzo redazione@videoandria.com).