Andria: due appuntamenti culturali tra visite gratuite e degustazioni nel mese di gennaio

Illustrato, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo di Città, il doppio appuntamento del 6 e 7 gennaio nel corso del quale sarà possibile visitare la chiesa di San Francesco, degustare l’ormai famoso Moscato di Trani accompagnato da dolci della tradizione tipica natalizia, e ammirare la mostra “Scorci e tradizioni di Puglia” del fotografo Domenico Zagaria. Nel week-end del 13 e 14 gennaio vi sarà poi la possibilità di salire e visitare anche il campanile della chiesa di San Domenico, un’occasione rara, seguita dalla visita della omonima chiesa e dalla degustazione di vini e prodotti tipici.

I due week end tra Cultura e Degustazioni sono organizzati dall’Associazione ArtTurism – Arte Cultura Territorio di Andria, e patrocinati dall’Assessorato alla Cultura e Turismo e dall’Assessorato al Marketing Territoriale del Comune di Andria e dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia. “Questo doppio week end – ha spiegato l’assessore al Marketing Territoriale, avv. Maria Teresa Forlanoaiuta ancora una volta la nostra città e i non andriesi a conoscere il proprio patrimonio e a conoscerlo anche nei luoghi meno accessibili. Visitare i due campanili e da lì guardare Andria dall”alto, il suo centro storico, tra i più estesi di Puglia, le altre chiese e gli altri monumenti è una occasione irripetibile, unica”.

I due week end sono inseriti in un programma più ampio sostenuto dall’Ente Parco dell’Alta Murgia, chiamato Murgialand e che ha l’obiettivo di far conoscere e valorizzare i tesori sparsi nella Murgia. “Anche questa iniziativa – ha detto Cesare Troia, Vice Presidente dell’ Ente Parco- è in linea con i nostri obiettivi che chiamerei delle 3 C: ovvero sempre maggiore conoscenza del parco, sempre più conservazione del patrimonio rurale, agricolo, antropico e anche produttivo esistente e infine sempre più consapevolezza che si dispone di un patrimonio unico, esclusivo, che esiste ed occorre difendere ad ogni costo da assalti al suo ecosistema e al suo equilibrio plurimillenario”.

Il valore storico-monumentale dei due campanili che verranno visitati è stato illustrato dall’assessore alla Pianificazione del Territorio, arch. Rosangela Laera, che a suo tempo ne aveva seguito i lavori di restauro: “Sono due campanili facenti parte-in entrambi i casi- di due complessi conventuali e testimoniano il particolare spessore raggiunto dalle architetture dei complessi dell’epoca. Il loro restauro in passato ha consentito e consente alla città di usufruire di un patrimonio bellissimo e ora questa serie di visite li faranno apprezzare ulteriormente a chi non li ha mai visitati”.

Anche l’assessore alla Cultura e Turismo, avv. Luigi Del Giudice, ha rimarcato il significato positivo della iniziativa turistico-culturale, ha ringraziato tutti coloro che hanno consentito la sua organizzazione, in particolare la Diocesi di Andria e l’associazione ArTurism. “Siamo orgogliosi – ha detto a sua volta la presidente di questa associazione, Angela Ciciriellodi poter dare lustro al nostro patrimonio artistico, culturale ed enogastronomico, in particolar modo l’idea di poter salire e visitare il campanile di San Domenico ci ha entusiasmato fin dall’inizio di questo progetto che rientra in un più ampio programma denominato #MurgiaLand, che prevede appuntamenti con cadenza mensile a partire dal mese di gennaio fino a marzo. Ringraziamo il Parco Nazionale dell’Alta Murgia e gli assessorati del Comune di Andria che hanno da subito appoggiato l’iniziativa e la Diocesi di Andria per le concessioni rilasciate”. Tutte le iniziative sono gratuite, per partecipare è necessario prenotare ai seguenti recapiti telefonici: 392/6948919 o 347/0079872. La locandina dell’evento: