Andria: e se trovassimo un asfalto più resistente alle intemperie? Le alternative ci sarebbero

Si continua a discutere di manto stradale danneggiato che nella città di Andria sta causando disagi ad automobilisti, ciclisti e pedoni:

A segnalare una delle diverse strade ridotte in uno stato visibilmente discutibile è un cittadino andriese. Mentre le aree pedonali appaiono in condizioni decisamente migliori, le strade adibite al transito di veicoli, complice anche l’ingente quantità di automobili e mezzi pesanti che vi passano (a proposito, quanti dei nostri concittadini utilizzano l’auto in città per brevi tragitti?) si rivelano spesso ricche di buche e dall’aspetto piuttosto irregolare. Questa caratteristica si intensifica sopratutto a seguito di piogge ed altri fenomeni naturali. Vista la facilità in cui si danneggia questo tipo di asfalto, è facile chiedersi se non sia possibile utilizzare una valida alternativa più resistente e magari anche più ecosostenibile. A dirla tutta, ci sarebbero soluzioni già collaudate da tempo in altre parti d’Italia e del mondo:

Già l’anno scorso, in Italia è stato testato un innovativo asfalto prodotto da vecchi pneumatici d’auto riciclati e dallo stesso asfalto riutilizzato. Questa, in tempi finanziari non favorevoli, può rappresentare un esempio di riutilizzo delle risorse già in campo nel territorio per garantire lavori più celeri ed efficaci nell’ambito della manutenzione delle strade. Se poi vogliamo pensare realmente al concetto di “resilienza” e di “ambientalismo” visti come soluzione definitiva anche alla problematica legata ai costi pubblici dell’energia elettrica (vedasi ad esempio i servizi di pubblica illuminazione), utile risulta ricordare che già nel 2016, in altre località del mondo, sono stati testati manti stradali modulari fatti in gomma anti-rottura con all’interno pannelli solari capaci di catturare energia utile al funzionamento dei servizi pubblici. In altri casi, altre tecnologie sono progettate persino per creare energia dal movimento di auto e pedoni. Insomma, alternative eco-sostenibili sarebbero fattibili anche intercettando fondi capaci di portare la nostra città realmente in un livello di qualità di vita realmente superiore a quello visto in precedenza. Attualmente, invece, la città è ancora vittima di annosi problemi che sono ancora in attesa di soluzioni concrete. Restiamo comunque fiduciosi che la nostra città possa cambiare per il meglio.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.