Andria: Giorgino al lavoro sino all’ultima ora di mandato, su Marmo si toglie il sassolino nella scarpa

“Ho assistito alle volgari ed insulse offese rivoltemi stamane da Nino Marmo con i suoi, pochi, accoliti uniti solo da un unico scopo: tradire il mandato dei cittadini! Se essere un piccolo borghese per Marmo è una offesa allora io sono felice di essere offeso perché, da borghese, ho sempre lavorato nella mia vita ed a differenza tua, caro Marmo, non vivo sulle spalle dei cittadini andriesi e pugliesi da 30 anni. La gente sa chi è Nicola Giorgino e conosce la mia famiglia. Come la gente conosce Nino Marmo e sa bene di quali sconquassi è stato artefice in tanti ambiti – è il messaggio diffuso sui social dall’ormai ex Sindaco di Andria Nicola Giorgino, che nelle ultime ore ha anche diffuso una foto che lo mostra “al lavoro” durante le ultime ore del suo secondo mandato di primo cittadino andriese.

“Sulle questioni puramente amministrative Marmo ha recitato la parte dello smemorato e dell’alice nel paese delle meraviglie, pur avendo sempre avuto suoi uomini e sue donne in posti di comando. E senza dimenticare che Marmo ha sempre evitato di ricoprire ruoli di responsabilità: facile giudicare gli eventi in questo modo percependo anche indennità mensili di oltre 10mila euro dal 1995 per un totale di più di 3 milioni di euro. Gli enti locali sono stati tutti vittime di tagli e di modifiche delle norme che ne hanno minato la stabilità economica. Nonostante questo nessuno può negare i profondi cambiamenti positivi avvenuti dal 2010 nella nostra città. Detto ciò il popolo è sempre sovrano e la storia darà il suo giudizio su tutto. E tu caro Marmo, che devi sempre ringraziare chi ti consente con il proprio consenso di essere consigliere regionale, se vuoi rigenerare il centro-destra dovresti avere il coraggio di farti da parte. Non voglio però più annoiare la gente con queste diatribe. Basta ora, andiamo avanti!” – conclude Giorgino sui social.