Andria il giorno dopo l’accoltellamento: “pensiamo anche a quel bambino di 5 anni, non si può far finta di niente”

All’indomani dell’ennesima tragedia avvenuta ad Andria, vogliamo rilanciare un messaggio diffuso pubblicamente sui social dal consigliere regionale Sabino Zinni:

“Mi sono svegliato stamattina pensando che quello di ieri sera fosse un brutto sogno, invece no, è successo tutto davvero. E allora non si può far finta di niente, bisogna sedersi e provare a ragionarci su a mente fredda. La domanda è: il problema è Andria? A mio avviso, non proprio. Fatti del genere purtroppo succedono di frequente e anche altrove. Solo un mese fa è successa la stessa cosa a Messina, un anno fa circa a Lecce e a Catanzaro” – Zinni ha proseguito così la sua riflessione:

“Il problema però diventa Andria se si tiene conto degli altri due omicidi (per mafia) avvenuti negli ultimi mesi, oltre agli episodi di criminalità diffusi e costanti. Diventa un problema perché l’idea che s’insinua nella testa delle persone è che si sia persa la bussola e allora si salvi può. L’idea del “si salvi chi può” non deve passare, perché ci si può salvare solo tutti insieme. Andria è una comunità e come tutte le comunità contiene una parte distruttiva e una salvifica. Ecco, è il momento che la parte salvifica tenti compatta di bloccare la caduta verso il basso che la parte distruttiva ha avviato” – il consigliere regionale ha quindi concluso la sua analisi così:

“Per farlo, fermiamoci un attimo. Dichiariamo un momento di lutto cittadino, prendiamoci un istante di riflessione, concentriamoci su quello che è successo. Altrimenti tutto fra qualche giorno sarà diluito dal chiacchiericcio mediatico e perderà di consistenza. Prendiamoci qualche minuto per metterci nel punto di vista di quel bambino di 5 anni, il figlio del ragazzo deceduto, proviamo ad immaginare l’inferno che ha vissuto e che vivrà. Solo così assumeremo su di noi l’angoscia delle cose orribili del mondo, e da li potremo trovare la spinta a combatterle per quel che possiamo” – conclude Zinni. Il post:

Ricordiamo che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp della provincia di Barletta – Andria – Trani per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. Inoltre è possibile inviare immagini all’indirizzo email redazione@videoandria.com.