Andria: inaugurato il collegamento tra via di Ceglie, via Paganini e via Mozart. Giorgino: “grazie al lavoro degli uffici comunali”

“Una nuova opera infrastrutturale di fondamentale importanza per un intero quartiere e per la città. L’arteria di collegamento tra via di Ceglie, via Paganini e via Mozart era attesa da decenni, in particolar modo dalla Parrocchia del Cuore Immacolato di Maria e dagli Istituti Scolastici presenti nella zona. Sono felice che oggi sia realtà grazie al lavoro degli uffici comunali e della parte politica in continuità dal 2010 al 2018. La tenacia si dimostra ancora una volta più forte della burocrazia. Un pensiero inoltre per il compianto Mons. Raffaele Calabro che aveva più volte espresso il desiderio di veder realizzata questa opera”fa sapere il Sindaco di Andria Nicola Giorgino in un post diffuso su Facebook.

Riapre dunque per intero al traffico via Di Ceglie, finora utilizzabile nel tratto compreso tra via Paganini e la Parrocchia Cuore Immacolato di Maria. L’intervento conclude, così, un lungo iter avviato – come ricostruisce l’assessorato ai Lavori Pubblici – nel 2004 quando il consiglio comunale dell’epoca stabilì di impegnare l’ufficio tecnico “alla realizzazione di un progetto preliminare per la realizzazione della strada di collegamento tra Via Paganini e Via Di Ceglie”. Nel 2010 la Giunta Comunale approvò il progetto preliminare relativo alla realizzazione della strada di collegamento tra Via Di Ceglie Via Paganini e Via Mozart, dell’importo complessivo di euro 1,828 milioni, e a dicembre 2011 varò quello definitivo.

In dettaglio l’intervento riguarda il completamento della strada interna denominata Via Di Ceglie sino ad un rotatoria dalla quale si dipartono due nuove strade, la prima che porta a Via Mozart e la seconda che raggiunge Via Paganini. Quest’ultima via corre parallela alla recinzione del nuovo complesso parrocchiale del Cuore Immacolato di Maria. L’apertura al traffico di tutto l’asse permetterà una riduzione del traffico veicolare lungo tutta la viabilità adiacente. Ad angolo fra la nuova strada e Via Mozart è stato realizzato un parcheggio pubblico per 24 autovetture, compresi 3 stalli per i diversamente abili.

Si aggiunga che l’intera zona è stata, negli ultimi anni, interessata da un consistente sviluppo urbanistico a carattere residenziale, oltre che da attività scolastiche grazie alla presenza dell’Istituto Professionale per l’Industria e l’Artigianato, del Liceo Scientifico, del Professionale per il Commercio, dell’Istituto Tecnico Commerciale, della Scuola Elementare “Giuseppe Verdi” e della Scuola Media “Pasquale Cafaro”. E ancora il nuovo centro parrocchiale “Cuore Immacolato di Maria”. Il collegamento in progetto, quindi, aumenterà la potenzialità complessiva delle strade già serventi la zona oggetto d’intervento e, nel contempo,- si legge nella relazione generale al progetto esecutivo redatto dai tecnici del Settore Lavori Pubblici- consentirà l’integrazione dell’area strettamente interessata alle nuove strade collegandola all’intero quartiere in maniera radiocentrica e non più solamente periferica. L’apertura di queste nuove strade consentirà una più agevole fluidità del traffico in vista di una maggiore fruibilità della zona, alleggerendo, e non poco, il traffico, specie veicolare, che oggi insiste su Via Bisceglie e Via Puccini.

Il progetto ha previsto la realizzazione dell’impianto di pubblica illuminazione sulle aree oggetto di intervento, la predisposizione delle infrastrutture per le reti di telecomunicazione e gli interventi di fogna bianca. Durante il corso dei lavori è stata redatta una perizia di variante con la ridefinizione di alcuni importanti dettagli impiantistici per le opere di fogna bianca, la realizzazione dei rondò e di isole spartitraffico inizialmente non previste, ed è stata ulteriormente potenziata sia la segnaletica verticale che quella orizzontale.

“Apriamo alla viabilità cittadina – sottolinea il Sindaco, avv. Nicola Giorgino – una importantissima arteria di collegamento di via Paganini e di tutto il quartiere e delle istituzioni scolastiche ivi presenti con via Bisceglie, così da snellire il traffico e consentire un più rapido raggiungimento delle strade che portano al deflusso verso le rampe della tangenziale. Abbiamo recuperato un’opera voluta addirittura nel 2004 e l’abbiamo portata a realizzazione con la massima celerità possibile dal 2011 in poi, al meglio delle possibilità procedurali e tecnico-finanziarie consentiteci. Tutto in coerenza con le indicazioni e gli obiettivi previsti in tema di mobilità cittadina nelle nostre linee programmatiche. Tutta questa area si sta dunque modificando profondamente negli ultimi anni tra sottopasso ferroviario pedonale in via Bisceglie, primo stralcio dell’area mercatale, collegamento di via Di Ceglie che apriremo domani ed i lavori per i pluviali, pur nei tempi tecnici dettati dall’attraversamento sotterraneo da parte della famosa “talpa” meccanica che sta trivellando la roccia, durissima, della collinetta della pineta di via Maraldo. L’impegno del Settore Lavori Pubblici, dell’assessore al ramo, dott. Gianluca Grumo, e del suo Dirigente, ing. Santola Quacqurelli, sono stati in questa direzione di forte sostegno per la massima accelerazione possibile di questa opera che segna un altro obiettivo centrato”.