Andria, la Lega sostiene Giorgino: “avanti fino al 2020. Chi vuole rallentare lavori per scopi personali si faccia da parte, in ballo interessi della città”

Nella foto: Matteo Salvini con Nicola Giorgino ad Andria durante il periodo delle comunali 2015

Il Movimento della Lega con Salvini di Andria con il coordinatore cittadino Abruzzese Michele ed i Consiglieri Comunali Stefania Alita e Benedetto Miscioscia, accolgono positivamente la scelta del Sindaco Giorgino di voler imprimere una “giusta e netta sterzata al restante periodo che rimane dell’Amministrazione da lui guidata fino al 2020. Un percorso avviato nel 2010 pregno di successi e di cambiamenti per la nostra città in termini qualitativi, infrastrutturali e di immagine con clamorosi risultati elettorali per il centro-destra”.

La Lega di Andria, oggi, chiede che “sia la macchina amministrativa che la compagine politica in Giunta lavorino di pari passo per risolvere e portare a compimento i progetti già avviati, oltre le questioni più spinose che meritano la risoluzione nell’esclusivo interesse della nostra comunità. Noi, come già abbiamo dato dimostrazione di aver sempre fatto fino ad oggi, non porremo veti né faremo battaglie personali che non ci appartengono, ma saremo pronti per essere protagonisti di questa nuova fase di responsabilizzazione delle forze politiche facenti parte la maggioranza con coerenza come dimostrato da Matteo Salvini. Per noi i contenuti vengono prima di tutto così come lo stesso Salvini ha, infatti, imposto la sua leadership non solo sul centro-destra ma in particolare nello scenario politico nazionale”.

Il consigliere comunale Benedetto Miscioscia (Lega)

“Sui temi e sugli obiettivi da conseguire, quindi, non faremo sconti a nessuno: chi vuole rallentare l’operato dell’Amministrazione Comunale per fini incomprensibili e/o per meri obiettivi prettamente personali, rispetto agli interessi generali della nostra città, è pregato di farsi da parte. Pensiamo che la macchina politico-amministrativa vada rilanciata sia sotto il profilo dell’efficienza che dell’efficacia rispetto alle azioni messe in campo e tali obiettivi riteniamo si possano raggiungere solo con una buona intesa e sinergia con i responsabili e funzionari dei vari settori comunali chiamati a raggiungere gli obiettivi loro assegnati risolvendo i problemi piuttosto che crearli. Naturalmente sempre nell’alveo della correttezza e lealtà, ben sapendo che i veri datori di lavoro sono i nostri cittadini.
Al sindaco Giorgino chiediamo solo di operare al meglio per il bene della nostra città non badando al solito chiacchiericcio politico ma all’esclusivo interesse dei cittadini andriesi, come ha sempre fatto sin ora, senza infingimenti né rallentamenti di sorta. Gli andriesi prima di tutto”.