Andria, nuova sparatoria: feriti trasportati in ospedale – video

Ennesima sparatoria nella periferia della città di Andria, dove i militari dell’Arma dei Carabinieri sono intervenuti nel pomeriggio di oggi. Stando a quanto riportato dagli organi di informazione, il mandante dell’agguato sarebbe ancora a piede libero:

Stando alle prime informazioni raccolte, una sparatoria tra alcune persone si è verificata nella zona degli alloggi popolari di via della Indipendenza. Due persone sarebbero rimaste ferite, si tratta di due giovani del posto, un 26enne e 27enne. I due sono stati trasportati in codice rosso all’ospedale “Bonomo” di Andria. Uno dei due feriti e stato poi trasferito all’ospedale di Bari in gravi condizioni. A sparare un giovane di 26 anni pregiudicato. Dai primi accertamenti pare che il motivo della sparatoria sarebbe legato a una lite scoppiata per questioni di droga:

Sul posto sarebbero giunti anche gli uomini della Scientifica per effettuare i rilievi nel luogo dell’accaduto. Stando a quanto riportato dal Tgr Puglia, l’autore dell’agguato si è dileguato, facendo perdere le proprie tracce. Tuttavia, i militari sono sulle sue tracce. A tal proposito, riportiamo qui sotto il link ad alcuni servizi televisivi diffusi sul web:

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.