Andria: riscaldamenti nella scuola accesi durante l’intero periodo natalizio “uno spreco eccessivo”

“L’ennesimo spreco che va denunciato: durante gli scorsi giorni di festività natalizie, nel periodo in cui le scuole erano chiuse, in almeno una il riscaldamento ha continuato a funzionare anche in assenza del personale scolastico e dei piccoli alunni. Sto parlando della scuola dell’infanzia “Sorelle Agazzi” in via Catullo: posso capire che oggi, domani i termosifoni siano accesi per non far trovare le aule gelide, ma per tutta la durata della pausa dalle attività didattiche mi sembra davvero eccessivo – lo dichiara la consigliera comunale Laura Di Pilato (Gruppo Misto).

“Come tutti ricorderanno, la gestione delle scuole dell’infanzia, primarie e medie è del Comune: quanti soldi sono stati scialacquati in questa maniera? Ancor più grave se si pensa che siamo ormai in predissesto: altri soldi “buttati” invece di pagare i creditori che aspettano. Chi risponde di questo danno alle finanze andriesi?”conclude la Di Pilato.