Andria si è risvegliata: in centinaia per la “marcia per il clima”. Politica ne prenda atto – video

una delle immagini diffuse sui social dall’associazione andriese 3Place

Grande partecipazione per la manifestazione indetta, a livello mondiale, il giorno 15 marzo, a sostegno dell’iniziativa intrapresa dalla giovanissima svedese Greta Thunberg, affetta da Sindrome di Asperger, che ha deciso di scioperare da sola il venerdì per protestare contro l’inerzia della politica di fronte ai rischi dei cambiamenti climatici. Greta Thunberg ha creato il movimento studentesco internazionale “Fridays For Future”, che chiede “giustizia climatica”.

La giovanissima e celebre attivista svedese (16 anni) ha tenuto un discorso alla sessione plenaria della Conferenza sul Clima delle Nazioni Unite (COP24) di Katowice (dicembre 2018), in cui aveva accusato i Governi di non prendere decisioni adeguate alla gravità dei cambiamenti climatici come indicato dagli scienziati, ha iniziato fin dalla fine di agosto ad assentarsi il venerdì dalle lezioni scolastiche per manifestare di fronte alla sede del Parlamento svedese, rimanendo per tutto il tempo con un cartello in mano su cui ha scritto “Sciopero scolastico per clima”. Per questo le associazioni Onda d’Urto – Uniti contro il cancro ONLUS, il circolo “Thomas Sankara” di Legambiente Andria e l’associazione 3Place, in accordo con gli istituti scolastici del territorio, hanno promosso ed organizzato una marcia per il clima partita da Largo Torneo e poi proseguita per le varie vie del centro cittadino andriese. Un messaggio chiaro: anche i giovani oramai sono consapevoli dell’importanza della tutela ambientale. La politica tutta ne prenda atto. Il video:

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com).³