ARESS, Forza Italia: “i veri gestori nell’era Emiliano? Enti esterni all’istituzione”

“Dei colossi che gestiranno la maggior parte delle risorse regionali, senza essere interni alla Regione. È questo che succederà quando Emiliano avrà concluso la realizzazione del modello amministrativo Maia, esternalizzando di fatto tutte le funzioni esercitate dagli assessorati. Il tutto aumentando i costi a carico delle casse regionali, oltre alle nomine e alle poltrone politiche”.

Così i consiglieri regionali di Forza Italia Andrea Caroppo, Domenico Damascelli, Francesca Franzoso, Giandiego Gatta e Nino Marmo. “Dall’inizio –proseguono- abbiamo fatto una proposta precisa e inversa alla linea della Giunta regionale: creare una macrostruttura interna all’assessorato alla Salute che potesse studiare e progettare il servizio sanitario del futuro”.

La nostra contestazione, dunque, è all’origine e affonda le radici nel disastro del modello Maia, tanto voluto dal presidente Emiliano, che ha solo prodotto e produrrà agenzie esterne a cui verranno attribuiti i compiti che spettano agli uffici della Regione. Un paradosso: enti esterni saranno i veri gestori della Puglia. Ad Emiliano le nostre critiche e le nostre proposte non sono piaciute, perché vorrebbe un’opposizione ‘supina a sua maestà’. Non possiamo accontentarlo –concludono i consiglieri Fi- perché sappiamo che nomine abbia già fatto ai vertici di numerosi enti regionali. Ci scusi il presidente, ma la frecciata (dati alla mano) è dietro l’angolo: forse alcune sono state meramente politiche. Forse…”.