“Camminata tra gli ulivi”: ad Andria la riscoperta di una masseria antica – video

Un evento finalizzato alla riscoperta del territorio e con esso ad un grande patrimonio da difendere ad ogni costo: i nostri ulivi. Con questi presupposti si è svolta anche ad Andria un’iniziativa inerente alla “Camminata tra gli ulivi“,la serie di eventi promossi a livello regionale. Tanti i percorsi guidati alla scoperta di piante secolari, dei paesaggi rurali tipici pugliesi e di un prodotto d’eccellenza qual è l’extra-vergine d’oliva. La manifestazione è organizzata dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio e sostenuta dall’Assessorato regionale Agricoltura. Quest’anno la manifestazione si è arricchita anche di un protocollo d’intesa siglato per la promozione e valorizzazione dei territori e della cultura dell’extra vergine di oliva pugliesi, sottoscritto dalla Regione Puglia e l’associazione nazionale Città dell’olio.

Ad Andria la manifestazione si è svolta in una masseria di origini cinquecentesche, appartenuta alla Famiglia Curtopassi Pallavicini oggi di proprietà della Famiglia Pellegrino e sede operativa dell’azienda olivicola e olearia. Durante il percorso della camminata, il gruppo, in compagnia dei volontari dell’associazione ambientalista FareAmbiente, ha potuto osservare da vicino un antico ponete d’epoca romana sulla vecchia via Appia, una dolina carsica, un trullo tipico pugliese da cui poter scorgere il panorama dal tavoliere sino al Gargano. Distese di oliveti per HA 140,00 della cultivar prevalente “coratina” faranno da cornice alla camminata il cui percorso è stato arricchito dalla cartellonistica esplicativa dei luoghi attraversati.

 “Un evento importante che ha l’obiettivo di stimolare nelle persone la maggiore percezione possibile dell’importanza delle produzioni olivicole – ha dichiarato l’assessore di Gioia -. L’idea di poter accogliere nei nostri campi, nelle nostre masserie, percorsi suggestivi guidati, con la collaborazione essenziale dei Comuni, e poter apprezzare la bellezza del paesaggio e della natura, è per noi una strategia di riconquista del territorio e di valorizzazione di una produzione tipica di eccellenza della nostra regione. Un indirizzo strategico fondamentale specialmente per quest’anno in cui c’è un’oggettiva difficoltà produttiva legata alle questioni climatiche e, naturalmente, alla grave fitopatia della Xylella fastidiosa, a causa dei quali stiamo cercando di sostenere al massimo i nostri olivicoltori.”

La segnalazione è giunta in redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni, immagini e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui oppure scrivendoci anche all’indirizzo redazione@videoandria.com). Video: