Castel del Monte: le foto d’epoca di 100 anni fa per non dimenticare gli sforzi per il restauro e la rivalutazione

Castel del Monte non è sempre stato un edificio storico in buone condizioni fisiche: oggi attrazione turistica e patrimonio dell’umanità riconosciuto a livello internazionale dall’UNESCO, l’edificio di origini medievali fatto costruire dall’imperatore teutonico Federico II di Svevia fu, di fatto, vittima di danneggiamenti ed incuria inb uona parte del XIX e del XX secolo:

A distanza di secoli dalla morte dell’imperatore, nel 1876 il castello, in condizioni di conservazione estremamente precarie, venne infine acquistato (per la somma di 25.000 lire) dallo Stato italiano, che ne predispose il restauro a partire dal 1879. Il 24 giugno 1883 il cavaliere Buongiovannini, ispettore centrale dei monumenti presso il Ministero della Pubblica Istruzione e l’ingegnere del Genio Civile Francesco Sarlo tennero un convegno sul restauro del manufatto:

Nel 1928, il restauro diretto dall’architetto Quagliati rimosse il materiale di risulta all’esterno del castello e demolì parte delle strutture pericolanti, ricostruendole in seguito per dare al castello un aspetto “ringiovanito”; questo non ne arrestò il degrado e si dovette procedere a un ulteriore restauro tra il 1975 e il 1981. Gli interni prima del restauro:

Successivamente, il maniero federiciano su sottoposto ad ulteriori interventi di manutenzione sino all’aspetto odierno. A tal proposito, vogliamo condividere ulteriori fotografie d’epoca per ricordare ai nostri concittadini che la conservazione di un bene di interesse storico-culturale come Castel del Monte non è affatto scontata, ma piuttosto frutto di una serie di sacrifici ed iniziative volte a tutelare la nostra identità storica. Forse non tutti sanno, ad esempio, che la pineta che circonda oggi il castello è relativamente recente. Decenni or sono, Castel del Monte era praticamente spoglio di vegetazione (anche se, nel Medioevo, era sicuramente circondato da vigorose foreste):

Operai durante una pausa nel corso dei lavori di restauro del 1942:

Riguardo il blog di VideoAndria.com, ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all’indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.