Centro storico di Andria, la proposta di Fratelli d’Italia: si alla zona al traffico limitato, ma solo per alcune ore

Il gruppo politico locale di “Fratelli d’Italia Andria” comunica che in data 15 maggio ha protocollato i propri suggerimenti alla amministrazione comunale relativi alla bozza di regolamento di gestione della ZTL e alla realizzazione della stessa all’interno del nucleo del centro storico della Città di Andria:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Ci preme innanzitutto sottolineare che una giusta e corretta gestione della Zona a Traffico Limitato non può prescindere dalla redazione di un Piano Generale del Traffico Urbano che tenga conto delle mutate esigenze di spostamento degli ultimi anni dei residenti della Città, dell’aumento vertiginoso dei mezzi di locuzione, dello scarso utilizzo di mezzi di mobilità sostenibile in grado di diminuire gli impatti ambientali, sociali ed economici generati dai veicoli privati (ricordiamo che la redazione dello stesso è stato reso obbligatorio con l’entrata in vigore del Nuovo Codice della Strada (art. 36, Dl. 30/04/1992 n° 285) e delle relative Direttive, emanate nel giugno del 1995 dal Ministero dei LL. PP. ” (G.U. n° 146 24/06/1995). Ad oggi si assiste purtroppo, soprattutto nelle ore di punta, alla formazione di ingorghi stradali e ad un percettibile aumento dei gas di scarico in quelle che costituiscono le vie che circondano il centro storico della Città di Andria: il timore è che tali problematiche oggi esistenti, possano aumentare con la chiusura al traffico di quella che è la ZTL individuata”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“A tal proposito, inoltre, suggeriamo di pensare ad una chiusura della stessa ZTL non per le intere 24 ore giornaliere, ma divisa in più fasce, lasciando libera la circolazione in alcune ore che non siano ovviamente quelle serali. Ad esempio si potrebbe adottare tale suddivisione per la chiusura settimanale:

dalle 18.00 alle 06.00; dalle 10.00 alle 14.00; mentre di domenica pensare ad una chiusura continua 24 ore su 24.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Quanto ai varchi da realizzare con l’opportuno sistema di controllo automatico degli accessi si potrebbe pensare ad una strategia che possa prevedere un eventuale sistema di pagamento integrato e che possa premiare i comportamenti virtuosi dei cittadini attraverso l’utilizzo di bonus di accesso o di circolazione a scalare. Alle classiche vie di accesso al centro storico cittadino da monitorare con i sistemi di sorveglianza, suggeriamo di aggiungere anche via Ettore Carafa, in quanto anche se di uscita dal centro storico, in passato è stata palesemente utilizzata da avventori per entrare ugualmente nelle vie chiuse alla circolazione veicolare, per esempio con l’utilizzo di ciclomotori.

- Prosegue dopo la pubblicità -

In ogni caso, per la nostra disamina abbiamo individuato nell’immediato le seguenti “criticità”:

- Prosegue dopo la pubblicità -
  • Mancanza di parte tavolare;
  • Struttura non snella del regolamento;
  • Mancanza della indicazione puntuale della tipologia di veicoli consentiti al transito;
  • Migliori dettagli nelle definizioni degli “aventi diritto” in funzione delle quali è possibile usufruire di Autorizzazioni durature e/o temporanee.

Maggiori dettagli tecnici in merito alla ZTL possono essere letti direttamente dalla nostra pagina Facebook Fratelli d’Italia Andria, cliccando direttamente su questo link:

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://www.facebook.com/FratellidItaliaAndria01/

Fratelli d’Italia continuerà a dare il proprio supporto e il proprio contributo all’amministrazione comunale con idee e suggerimenti che avranno sempre come fine ultimo il miglioramento della Città. Siamo certi di aver fornito degli indirizzi utili per la prosecuzione ottimale del processo di realizzazione della ZTL e in attesa di un riscontro a quanto in precedenza, il movimento politico Fratelli d’Italia Andria augura a tutti buon lavoro” – concludono dalla sezione andriese del partito politico di centrodestra.