Giorgino: “cordoglio della città per la scomparsa del Prefetto Cerniglia”

Cordoglio della città di Andria per la prematura scomparsa dell’ex-Prefetto di Barletta-Andria-Trani, la dottoressa Maria Antonietta CernigliaMaria Antonietta Cerniglia, che si era insediato a fine di luglio in Sicilia; Cerniglia era ricoverata da qualche tempo in ospedale. Nativa di Patti, nel Messinese, Cerniglia si era laureata in Giurisprudenza all’università degli studi di Messina con il massimo dei voti, la lode e menzione ed aveva frequentato la scuola di giornalismo a Palermo. Era entrata nella carriera prefettizia nel 1990, a Lucca, assumendo dal 1994 l’incarico di capo di gabinetto, di capo segreteria sicurezza, dirigente Ufficio Antimafia e responsabile Ufficio provinciale di Protezione civile.

La Cerniglia, prima vice prefetto a Messina e responsabile operativa in prima persona delle attività organizzative del vertice G7 2017 di Taormina, è stata prefetto a Barletta-Andria-Trani e poi a Enna.

“Esprimo a nome personale e di tutta la città – dichiara il Sindaco e Presidente della Provincia Bat, avv. Nicola Giorgino – il cordoglio della comunità per la scomparsa del Prefetto Maria Antonietta Cerniglia. Andria ricorda, per il mio tramite, il Suo impegno generoso e speso, in particolare, per la sede della nuova Questura di Andria, lo Sportello di prevenzione dell’usura, i Patti per la sicurezza urbana dei dieci comuni della provincia. Ricordo il Suo impegno per tutte le città e le comunità della provincia Bat e la particolare sensibilità ed il garbo, prima umano e poi istituzionale, assicurati nei rapporti con gli amministratori pubblici e con i cittadini destinatari della Sua attività di Prefetto della Repubblica Italiana”.