“I cittadini senza lavoro e con bollette da pagare, hanno finito soldi. Governo dovrà agire anche dopo emergenza”

L’emergenza Coronavirus non accenna ad allentare la morsa sull’Italia, portando con sé una scia di drammatiche conseguenze economiche. In proposito, in una nota a firma del segretario nazionale Valerio Arenare, il #Sindacato Sinlai affronta i problemi di tantissimi italiani che per via della quarantena hanno perso il lavoro:

“Il governo ha stanziato 25 miliardi, cioè una cifra risibile rispetto al dramma che l’Italia sta vivendo. A fine emergenza si conteranno in qualche milione gli italiani che non hanno più un posto di lavoro. A questi si aggiungono coloro che già avevano perso l’occupazione e, magari, fruivano di uno strumento di sostegno del reddito, come l’indennità di disoccupazione NASPI o la DIS-COLL; terminata la quale si troveranno senza un’entrata né tanto meno la possibilità di trovare un lavoro, visto che le aziende sono perlopiù chiuse o comunque hanno bloccato le assunzioni. Trattasi, peraltro, di una situazione destinata a perdurare chissà quant’altro tempo dopo la fine della pandemia, visto che gli strascichi di questa quarantena saranno esiziali per il tessuto socio economico dell’intero Paese” – conclude.

Ricordiamo che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/PugliaReporter è possibile seguire tutte le news da Facebook. Scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni via Whatsapp. Inoltre possibile partecipare al gruppo Whatsapp dedicato alla regione Puglia per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.