“Mercato pulito? Per Andria servirebbero oltre 60mila sacchetti” – i dubbi di CasAmbulanti

Savino Montaruli (CasAmbulanti)

E’ stata annunciata in pompa magna l’iniziativa del comune di Andria di distribuire agli ambulanti del mercato settimanale i bustoni per la raccolta differenziata dei rifiuti:

Come si legge sugli organi di informazione, l’8 novembre 2021 riparte Mercato Pulito, il Progetto ideato ed attuato sin dal 2008 dal leader sindacale Savino Montaruli, che il comune di Andria ha voluto fare proprio ma dimostrando di aver già fallito nella sua esecuzione nelle giornate di mercato del 25 ottobre e del primo novembre scorso quando “non s’è visto nulla dell’azione del comune mentre solo grazie a CasAmbulanti si è evitata la totale banalizzazione e ridicolizzazione del Progetto che, invece, è andato a buon fine grazie al coordinamento diretto del sindacalista andriese” – osservano dalla sigla sindacale. Tornando a lunedì 8 novembre, se è vero quanto annunciato da Palazzo San Francesco dovrebbero essere distribuiti i sacchetti (plastica e indifferenziata) a cura della ditta Sangalli, almeno secondo quanto dichiara l’assessore che non è all’Ambiente (questo perché la città di Andria non ha un assessore all’Ambiente, delega conferita al Sindaco). Da CasAmbulanti, i conti li fanno immediatamente:

“Calcolatrice alla mano, dovrebbero essere distribuiti oltre 60mila sacchetti calcolando il numero degli occupanti i posteggi che sono circa 580 per due sacchetti cadauno moltiplicato 52 che sono i giorni di mercato annuali per i quali il comune, in concomitanza con questa distribuzione, ha inviato le bollette di pagamento della Tari a quegli stessi Ambulanti che con una mano loda mentre con l’altra si prepara ad inviare la salatissima tassa o canone di occupazione suolo pubblico per il 2022. Poiché lunedì 8 novembre è stato indetto anche lo sciopero dei servizi ambientali, il tutto potrebbe risolversi in un’altra beffa che si aggiungerebbe a quella magra figura che già il 25 ottobre ed il primo novembre è stata ampiamente documentata e che ha destabilizzato sia gli Operatori del mercato che le Associazioni di Categoria che hanno stigmatizzato quanto accaduto e che hanno ribadito di non voler vedere distrutti i loro sforzi per un Progetto di cui il comune di Andria si è appropriato impropriamente ed abusivamente” – hanno concluso dall’associazione di categoria.

Riguardo il blog di VideoAndria.com, ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall’app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando “MI PIACE” sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E’ possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all’indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.

 

Ricordiamo che è possibile ricevere tutte le news in tempo reale dall'app gratuita Telegram iscrivendosi al seguente indirizzo: https://t.me/andriabarlettatrani. Sempre attraverso Telegram è possibile inviarci segnalazioni in tempo reale anche con video e foto. Ricordiamo inoltre che cliccando "MI PIACE" sulla Pagina Facebook.com/VideoAndriaWebtv è possibile seguire tutte le news da Facebook. E' possibile scriverci anche via Whatsapp per inviarci segnalazioni anche con foto e video cliccando qui ed iscriversi al gruppo per la ricezione dei nostri link cliccando qui. Ricordiamo, inoltre, che è possibile seguire tutti i nostri tweet all'indirizzo https://twitter.com/videoandria. Gli aggiornamenti di VideoAndria.com sono anche su linkedin.com/company/andrianews e su https://vk.com/andrianews.